Logo Universita' degli Studi di Torino Logo Universita' degli Studi di Torino

Versione Beta - Mercoledì, 01 Ottobre 2014

CERCA

 

Pagine:1 


Per rispondere devi prima autenticarti!
Scrivi la tua risposta

Simone - 2009 giorni fa
Queste cose variano un po' da caso a caso, ti conviene rivolgerti alla tua segreteria.

Quella di cui parli tu comunque non sembra la ricognizione ma la rivalutazione della carriera che vale per (e cito testualmente le parole del coumento delle tasse e contributi - pag. 18 - per non essere facilemente contestato):

"Gli studenti decaduti e/o rinunciatari, già iscritti ai corsi di laurea ante D.M. 509/99, sia provenienti da altri atenei, sia interni, devono presentare la richiesta di rivalutazione della precedente carriera universitaria entro il 31 ottobre 2008, oltre tale termine saranno tenuti al pagamento della sanzione amministrativa.

...

Tale tabella si applica anche:
- agli studenti appartenenti a qualsiasi ordinamento che interrompono gli studi e si
iscrivono ad un corso di laurea diverso da quello precedente, e che intendano farsi
riconoscere i CFU acquisiti nella carriera pregressa, senza che si siano avvalsi della
possibilità di effettuare il passaggio da un corso di laurea ad un altro o del trasferimento da
un Ateneo ad un altro;
- agli studenti che interrompono la propria carriera presso un ateneo estero."

E a meno che quando ti risccriverai l'attuale ordinamento sara a sua volta considerato vecchio, forse non dovrai proprio pagare 2250 €.

Comunque rivolgiersi alla propria segreteria di facoltà è sempre meglio. Anche per capire se la tassa di ricognizione è quella della tabella del documento poco fa citato o è un'altra. In un altro punto infatti, qualche pagina prima, si parla di una tassa di sospensione di 250 € annue per ogni anno di sospensione con un minimo di 2 anni.
Comunque, ripeto ancora, la segreteria studenti della propria facoltà è sempre il posto migliore per risolvere questi dubbi.

Il voto medio è di 0 (con 0 voti)
Maria Paola - 2009 giorni fa
Ciao, credo che si stia facendo un po' di confusione così provo a chiarire alcuni punti, altri sono legati alla personale carriera universitaria e non generalizzabili:
- se si sospende l'università per almeno 2 anni occorre pagare la tassa di ricognizione;
- attenzione a non fare confusione tra tassa di ricognizione (art. 15 del regolamento tasse) e rivalutazione carriere (art. 16 dello stesso regolamento) che si riferisce a studenti del vecchio ordinamento;
- al momento della ripresa degli studi occorre pagare la tassa per l'anno in corso perché si possono sostenere gli esami;
- in ogni caso la prima mossa da fare è rivolgersi alla propria segreteria studenti per farsi fare un conteggio nei diversi casi di sospensione (1 o più anni);
- la seconda è leggere bene i regolamenti, soprattutto per la parte relativa alle scadenze entro cui occorre rinunciare e le tipologie di studente (vecchio o nuovo ordinamento, tempo pieno o part time, ecc.).
Spero di essere stata di aiuto. Buona serata.

Il voto medio è di 0 (con 0 voti)


Pagine:1