Orchestra sinfonica

Orchestra Sinfonica dell'Università degli Studi di Torino

Direttore: Carlo Manzo

L'Orchestra Sinfonica è nata nel 1996 grazie al sostegno dell'Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, prendendo a modello le formazioni orchestrali europee ed assumendo, ben presto, connotati propri per l'alto livello artistico dei suoi componenti.

Potendo contare sulla quasi costante presenza di un organico stabile di circa 45 strumentisti, in gran parte studenti ed ex studenti dell'Università degli Studi di Torino, del Piemonte Orientale, del Politecnico e del Conservatorio, ed in minor misura di docenti, di dipendenti amministrativi e di studenti stranieri del progetto Erasmus, affronta un lavoro di formazione alla prassi orchestrale, unico in Italia, che richiama anche strumentisti esterni al mondo accademico a sostegno ed integrazione delle fila più deboli.
Grazie a questa solida base ha potuto accedere con successo ai capolavori del repertorio sinfonico ed esibirsi in importanti sale per rassegne e festivals (Sala del Conservatorio "G. Verdi" di Torino, Piccolo Regio, Lingotto, Thèatre "Charles Dullin" di Chambèry, Salle des Fètes di Belfort, ecc.).

Oltre ai numerosi concerti in Italia, documentati anche da riprese televisive e video, è stata invitata a tenere i concerti d'onore del Festival di Belfort nel 1988 e, nel 2002, in seguito a selezione mediante materiale musicale documentario, di quello per orchestre giovanili professioniste di Saragozza, Murcia ed Alicante.

In seno ad essa e rispecchianti l'impostazione data dal suo direttore, sono nate ed operano tuttora diverse formazioni cameristiche, che vanno dal duo al quartetto d'archi e di fiati, le quali affiancano a quella orchestrale una copiosa attività concertistica.
Per la sua futura programmazione artistica, sono stati concordati concerti con solisti europei e docenti di conservatori italiani di chiara fama.

Audizioni

In seguito a richiesta telefonica, o verbale, o via posta elettronica, viene fissato un appuntamento con il direttore che valuterà la padronanza tecnico- musicale dello strumentista sulla base di una breve esecuzione a scelta del candidato. Questo momento avviene generalmente prima di una delle prove in calendario e quindi in qualsiasi momento dell'anno. L'ingresso poi in orchestra dipenderà dall'organico richiesto dal repertorio oggetto di studio e dalle effettive necessità.

Titoli di studio

Per accedere in orchestra non è indispensabile possedere un diploma di strumento, o altro; tuttavia è necessario possedere una buona padronanza tecnico-musicale dello strumento, che possa permettere l'esecuzione corretta della propria parte orchestrale.

Corsi di musica da camera

Dall'anno accademico 2000-2001 è nata l'iniziativa di corsi di musica da camera aperti a tutti i livelli strumentali. Sempre sulla base di esperienze passate, la creazione e formazione di questi complessi strumentali è lasciata all'iniziativa e al gusto personale degli studenti. Una volta formulata la richiesta si prenotano degli incontri con il Maestro Manzo, in genere il venerdì pomeriggio, e si stabilisce un calendario di lavoro. Alla fine dell'anno accademico si può organizzare, come già l'anno scorso, un concerto di musica da camera con le formazioni più assidue e che hanno raggiunto risultati notevoli.

Se sei interessato/a a suonare con altri in Orchestra sinfonica o in complesso da camera, o come solista oppure a cantare nella Corale Universitaria puoi scrivere una mail all'indirizzo sabrina.doria@unito.it.