sezioni

L’Esercito Italiano e l’Università degli Studi di Torino onorano il lavoro dei Servizi Veterinari Militari nella Grande Guerra

Pubblicato: 
Lunedì 18 Giugno 2018

Si è aperto il 18 giugno 2018 a Torino, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Torino, il congresso The Military Veterinary Services of the Fighting Nations in World War One” (“I Servizi Veterinari Militari degli Eserciti combattenti nella Prima Guerra Mondiale”).

Alla cerimonia di apertura hanno partecipato Autorità Militari e Civili, in particolare il prof. Gianmaria Ajani, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Torino, il dr Alfredo Monaco in rappresentanza della Regione Piemonte, il prof. Giovanni Re Direttore del Dipartimento di Scienze Veterinarie, il prof. Bartolo Biolatti Presidente della Società Italiana delle Scienze Veterinarie, il Colonnello Luca Virgilio, Capo Ufficio Veterinario del Reparto Veterinaria del Comando Sanità e Veterinaria e il Colonnello Mario Piero Marchisio, Vice Comandante del Centro Militare Veterinario e coordinatore dell’evento.

Il Congresso storico è inserito nel programma ufficiale della commemorazione del Centenario della prima Guerra Mondiale ed è stato organizzato dal Servizio Veterinario dell’Esercito in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino, la Società Italiana delle Scienze Veterinarie, l’Associazione Italiana di Storia della Medicina Veterinaria e della Mascalcia e il Museo di Scienze Veterinarie dell’Università di Torino.
Scopo del Congresso è quello di commemorare l’opera dei Medici Veterinari e degli Studenti di Veterinaria che cento anni fa servirono in armi i loro Paesi, in alcuni casi sacrificando la propria esistenza per la Patria.
Importante il contributo internazionale con relatori militari e civili provenienti da Belgio, Francia, Germania, Portogallo, Serbia e Stati Uniti d’America.

I lavori del Congresso terminano il 20 giugno a Grugliasco, presso la sede del Dipartimento di Scienze Veterinarie, nel Campus di Agraria e Medicina Veterinaria dell’Università di Torino, con lo scoprimento di un Memoriale dedicato ai Medici Veterinari, agli Studenti di Veterinaria dei Servizi Veterinari degli Eserciti combattenti nella Prima Guerra Mondiale e alle “truppe silenziose”: cavalli, muli, asini, cammelli, elefanti, cani, gatti, piccioni viaggiatori e bovini.

Questa pagina è stata visitata 243 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.