L’Università di Torino per la mobilità sostenibile

Pubblicato: 
Martedì 17 Settembre 2019
Personaggi buffi stilizzati che si muovono con car sharing e bicicletta

In occasione della Settimana Europea della Mobilità (16-22 settembre 2019), l’Università di Torino e il Green Office di Ateneo UniToGO hanno annunciato il potenziamento della dotazione di infrastrutture di UniTo per la mobilità sostenibile: nuove paline per la ricarica dei veicoli elettrici in due grandi campus con possibilità di ricarica gratuita per 6 mesi per la comunità di UniTo e nuove rastrelliere per biciclette.
Inoltre, data la propria natura diffusa sull’intero territorio cittadino e in alcuni comuni della prima cintura, l’Università di Torino sta ultimando la stipula di una convenzione con Car2GO per la fornitura di servizi di mobilità aziendale condivisa e sostenibile per gli spostamenti di lavoro dei propri dipendenti.

I nuovi punti di ricarica per veicoli elettrici

Per sostenere i membri della comunità universitaria che hanno scelto di muoversi in modo sostenibile con un veicolo elettrico, è in corso l’installazione di 16 punti di ricarica, suddivisi tra il Campus Luigi Einaudi e il Campus di Grugliasco di Agraria e Veterinaria. La fornitura delle paline di ricarica è affidata all’azienda attiva nella diffusione della mobilità elettrica Repower, leader nel settore.
L’Università di Torino ha avviato questa sperimentazione per agevolare l’utilizzo di veicoli elettrici da parte della comunità universitaria e monitorerà l’utilizzo per future valutazioni circa l’estensione ad altre sedi. Si ricorda che l’energia utilizzata per la ricarica proviene da fonti rinnovabili, considerando che l’Ateneo da alcuni anni utilizza il 100% di energia pulita, tra quella autoprodotta e quella acquistata con l’opzione Verde. Appena conclusa l’installazione saranno diffuse le informazioni di dettaglio per la ricarica per l’intera comunità universitaria, gratuita per i primi sei mesi.

Le nuove rastrelliere per biciclette

Per favorire l’utilizzo della bicicletta come mezzo di spostamento tra casa e università sono state installate 158 nuove rastrelliere nelle aree di proprietà di UniTo, individuate dal personale della Direzione Edilizia, Logistica e Sostenibilità e dai Referenti di Polo, dopo la valutazione delle esigenze e dei vincoli delle strutture.
I nuovi parcheggi per biciclette sono presenti in diverse sedi:

  • Struttura Universitaria di Igiene e Scienze Motorie (p.zza Bernini 2) - 7 posti
  • Palazzo Gorresio (via Giulia di Barolo 3/A) - 10 posti
  • Museo Anatomia Umana (c.so Massimo d'Azeglio 52) - 12 posti
  • Economia a Management (c.so Unione Sovietica 218) - 12 posti
  • Torino Esposizioni (c.so Massimo d'Azeglio 15) - 23 posti
  • Anatomia Patologica e Palazzina Ceppellini (via Santena 9 e 16) - 23 posti
  • Campus Luigi Einaudi (Lungo Dora Siena 100) - 30 posti
  • Scienze Veterinarie (Largo Braccini 2, Grugliasco) - 41 posti

I nuovi stalli si aggiungono ai quasi 600 già oggi disponibili ed utilizzati da studenti e lavoratori di UniTo e al parcheggio protetto presso il Campus Luigi Einaudi. Si auspica che la possibilità di parcheggiare la propria bicicletta in modo agevole e sicuro possa favorire l’adozione della bicicletta come mezzo di spostamento quotidiano.
Per la realizzazione delle rastrelliere il produttore Tommaso Lentini collabora con l’azienda Lavoro & Futuro s.r.l. che promuove il reinserimento sociale dei detenuti del Carcere di Verona grazie all’impiego lavorativo di circa 40 detenuti, assunti regolarmente a tempo indeterminato e attivi indiverse attività produttive.
Le nuove rastrelliere “Modello Verona”, progettate da una commissione di mista di tecnici di Verona (ufficio biciclette, settore arredo urbano, ordine degli architetti, FIAB-Amici della Bicicletta), sono consigliate dalla Federazione Italiana Amici della Bicicletta perché facili da usare, sicure contro il furto, adattabile a tutte le tipologie di biciclette.

Convenzione con Car2GO

L’Università di Torino mira ad una progressiva conversione della flotta aziendale di Ateneo a favore di forme di mobilità ambientalmente sostenibili, sia mediante veicoli a ridotte emissioni sia attraverso i servizi di sharing attivi sul territorio. È quindi in fase di attivazione una convenzione con Car2Go grazie alla quale i dipendenti potranno utilizzare le 500 vetture in sharing di Car2Go, parcheggiabili ovunque all'interno dell'area operativa, nelle strisce blu e strisce gialle riservate ai residenti della sola zona San Salvario. I quasi 4.000 dipendenti potranno godere di un bonus di 19€, derivante dall’abbattimento del costo di iscrizione al servizio e un bonus di traffico di 10€.

Questa pagina è stata visitata 686 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.