HSSH WITH & FOR INDUSTRY 4.0. Nuova infrastruttura di ricerca per le scienze umane, sociali e umanistiche per le imprese del territorio

03/06/2019

Oggi lunedì 3 giugno 2019, alle ore 11.00, nella sala Clab del Palazzo del Rettorato dell’Università di Torino (Via Verdi 8), Gianmaria Ajani, Rettore, Università di Torino, Vincenzo Ilotte, Presidente Camera di commercio di Torino e Germano Paini, Responsabile del Progetto Strategico dell’Università di Torino “Innovazione e Competitività”, hanno presentato alla stampa il progetto della nuova Infrastruttura di Ricerca delle scienze umane, sociali e umanistiche (le cosiddette HSSH Human Social Science and Humanities) per la trasformazione digitale delle imprese e dei mercati.

                                                                                                                                                                                                                                                          

Durante l’incontro Ajani Ilotte hanno siglato una convenzione per la realizzazione, presso gli spazi dell’ex Borsa Merci di Via Giolitti, dell’impianto che ospiterà nuovi laboratori realizzati con soluzioni tecnologiche innovative a disposizione delle imprese del territorio, per lo studio dei comportamenti dei consumatori e la sperimentazione di nuovi prodotti e servizi, sia in contesti reali allestiti ad hoc sia in contesti di realtà̀ virtualeimmersiva.

 

"La trasformazione digitale” dichiara Gianmaria Ajani, Rettore, Università di Torino “impone di riconsiderare lo studio del comportamento umano in tutti i settori di attività. Lo sviluppo delle imprese sarà favorito dal contributo delle scienze umane, sociali e umanistiche. HSSH é il luogo di sperimentazione rivolto all'applicazione pratica delle più evolute tecnologie di studio del comportamento umano a favore delle esigenze delle imprese.

“Più di mille metri quadri in pieno centro cittadino perché le nostre imprese abbiano concretamente la possibilità di immergersi nel futuro: è questo il cuore del progetto HSSH, per il quale mettiamo a disposizione non solo i locali della nostra ex Borsa Merci, ma investimenti cospicui e impegno continuativo nei prossimi anni” spiega  Vincenzo Ilotte, Presidente della Camera di commercio di Torino “Sarà qui che sorgeranno i migliori prodotti e servizi di domani, quelli che oggi facciamo fatica ancora ad immaginare, grazie alla straordinaria capacità innovativa delle nostre imprese grandi e piccole. Non solo: ci aspettiamo che altre sceglieranno di insediarsi qui, proprio per avvalersi delle infrastrutture che in questi mesi avremo realizzato sul territorio”.

"HSSH” conclude Germano Paini, Responsabile del Progetto Strategico dell’Università Innovazione e Competitività “raccoglie la sfida dell'integrazione della ricerca interdisciplinare delle scienze umane, sociali e umanistiche applicata a problematiche dello sviluppo economico. La collaborazione tra ricerca e imprese si pone come un importante fattore di sviluppo del territorio per rispondere alla Quarta Rivoluzione Industriale."

 

La Camera di commercio di Torino concederà in comodato d’uso, per la durata di 20 anni, la sede dell’ex Borsa Merci di Via Giolitti 15, le cui contrattazioni sono ormai regolarmente ospitate presso la sede del Laboratorio Chimico camerale di Via Ventimiglia. Si tratta di uno spazio di oltre 1.000 mq in centro cittàa pochi passi da Palazzo Affari e Torino Incontra. La Camera di commercio inoltre erogherà un contributo pari a 700.000 € per la ristrutturazione degli spazi e ulteriori 100.000 € su fondi dedicati al progetto PID - Punto Impresa Digitale, che potranno essere destinati dall’Università̀ per la gestione complessiva del progetto.

 

La fine di lavori e l’inaugurazione degli spazi è prevista per la primavera 2020.

 

La nuova infrastruttura di ricerca sarà uno spazio flessibile e modulare (SETTING) con funzioni multiple e diversificate. Ospiterà laboratori dotati di attrezzatura ad alto livello tecnologico, che diverranno luogo di ricerche sociali e umanistiche a carattere applicato e di tipo interdisciplinare su progetti condivisi e progettati con le stesse imprese:

 

  • Decision Making Lab: dispone di una meeting room per l’osservazione e l’analisi delle dinamiche di gruppo, analisi complesse e complete del comportamento, in cui condurre e partecipare a riunioni, esporre e presentare contenuti. Il Decision Making Lab può essere utilizzato anche per i test di usabilità di portali e siti web e di analisi di gradimento di prodotti, servizi e informazioni

 

  • Data Visualization Lab: composto da 2 pareti video wall interattivi, permette la visualizzazione di dati complessi per fini esplorativi, comunicativi e per lo studio delle dinamiche di scelta degli individui in contesti decisionali e nell’ambito della Data Visualization interna alle aziende e verso utenti e clienti

 

  • Corporate Wellbeing Lab: prevede la valutazione quantitativa delle abilità motorie e delle abilità cognitive collegate attraverso un'interfaccia multi-touch verticale. Lo strumento è progettato per il riconoscimento precoce di disfunzioni fisiche che possono sfociare in patologie invalidanti e per la prevenzione di tali problematiche mediante l'esercizio fisico. Il Corporate Wellbeing Lab è pensato per promuovere la salute dei lavoratori con ricadute positive su concentrazione, impegno e produttività, riduzione dei tassi di assenteismo e qualità della vita lavorativa

 

  • User Centred Design Lab: dedicato allo sviluppo di processi creativi orientati al problem solving attraverso l’interazione interpersonale in presenza supportata anche da strumenti multimediali interattivi. Lo User Centred Design Lab è anche luogo d'elezione per sessioni di lavoro di gruppo, workshop, corsi di formazione, presentazioni multimediali e videoconferenze

 

  • Uno spazio fisico dove saranno allestiti ambienti reali (ad esempio la corsia di un supermercato) per effettuare test e valutazioni sulle scelte e i comportamenti dei consumatori

 

  • Un laboratorio immersivo di ambienti virtuali (Cave 3D) di 12 metri quadri per lo studio del comportamento basato su sistemi di ricostruzione virtuale tridimensionale, che simulano spazi reali attraverso una visualizzazione monitorata e completamente interattiva

 

 

Saranno coinvolti nell’attività dell’Infrastruttura docenti e ricercatori afferenti a 10 Dipartimenti dell’Ateneo: Culture, Politica e Società - Economia e Statistica "Cognetti de Martiis" - Filosofia e Scienze dell'Educazione - Giurisprudenza - Informatica - Lingue e Letterature straniere e Culture moderne - Management - Psicologia - Studi Umanistici – Studi Storici.

 

Il centro sarà frequentato anche dagli studenti del Corso di Laurea in Realtà Virtuale che potranno già in fase di redazione della tesi incontrare le aziende e lavorare con loro in un contesto di reciproco scambio di competenze e progettualità, sviluppando così nuove professionalità di sicuro interesse per le imprese.

 

Al termine della presentazione i giornalisti hanno potuto visitare virtualmente l’Infrastruttura di ricerca in un ambiente di realtà virtuale (3D) ad alta immersività.