Aspettando Eurovision... - Diretta streaming su Unito media | Università di Torino

Aspettando Eurovision... - Diretta streaming su Unito media

Argomento: Festival culturali
2 Maggio 2022
titolo dell'evento su sfondo colorato

Il 2 maggio 2022, dalle ore 16.30, in Aula Magna della Cavallerizza Reale, è in programma "Aspettando Eurovision…", una ricca giornata di incontri che introduce i lavori del convegno internazionale del 3 e 4 maggio preparando la settimana di Eurovision Song Contest.

 

La giornata è organizzata in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema - Cinema Massimo e Accademia Albertina di Belle Arti.

 

L'evento viene trasmesso in diretta streaming su www.unito.it/media.

Programma dell'evento

ore 16.30

ʻʻIt's always sunnyʼʼ in Turin. La scenografia di Eurovision 2022

Il primo appuntamento vede in dialogo due professioniste: la scenografa vincitrice della competizione internazionale per il concept design di Eurovision 2022, Francesca Montinaro, e Elisabetta Ajani, scenografa e docente presso l’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. L’incontro sarà occasione per parlare dell’importante progetto di Montinaro e del suo team per ESC 2022, ma anche per discutere del mestiere di scenografo, dei progetti passati e futuri, delle nuove tecnologie e dei nuovi scenari, oltre che riflettere sulle difficoltà di un settore che  è - ancora oggi - prevalentemente maschile. L’incontro sarà introdotto dalla Prorettrice e co-organizzatrice del convegno, Giulia Carluccio e vede la collaborazione dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino.

 

ore 17.30

Talent, festival, contest: I Måneskin da X Factor a Eurovision

Il secondo appuntamento vede in dialogo Gianni Sibilla, docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, e Luca Fantacone, direttore del repertorio internazionale della Sony. I due ospiti ripercorreranno la parabola dei Måneskin, da X-Factor a Sanremo, fino ad arrivare all’affermazione ottenuta grazie alla vittoria di Eurovision nel 2021 e – di recente – al successo sul mercato americano. La storia dei Måneskin è senz’altro uno dei casi più interessanti per ragionare sull’Eurovision Song Contest, sulla risonanza – anche in termini di fandom – che un evento di tale portata può offrire e, soprattutto, sulla nuova e rinvigorita percezione e ricezione dell’ESC in Italia a partire dalla vittoria della band romana.

 

ore 18.30

Eurovision. Una storia europea
Il terzo e ultimo incontro della giornata, infine, vede dialogare Luca Barra, docente all’Università di Bologna, e Dean Vuletic, docente dell’Università di Vienna. Al centro dell’incontro ci sarà la pubblicazione del volume Eurovision Song Contest. Una storia europea dello stesso Vuletic, in uscita per minimum fax. La presentazione di questo volume offre l’occasione per ragionare sulla densa letteratura scientifica esistente, soprattutto in ambito internazionale, su Eurovision. La traduzione italiana di questo volume, unitamente al convegno internazionale del 3 e 4 maggio, vogliono essere alcuni primi tentativi di portare il dibattito anche in ambito italiano e all’interno delle nostre Università.

Ultimo aggiornamento: 02/05/2022