sezioni

Frequenza del dottorato

I corsi di dottorato hanno una durata non inferiore a tre anni e non superiore a quattro.
A partire dal XXX ciclo le attività e la frequenza di ciascun anno del corso di dottorato iniziano il 1° ottobre e terminano il 30 settembre dell'anno successivo (solo per il XXX ciclo: dal 1° novembre 2014 al 31 ottobre 2015).
Come dottorando sei tenuto a frequentare i corsi di dottorato e a svolgere attività di ricerca secondo le modalità stabilite dal collegio dei docenti.

Ti invitiamo a leggere attentamente il regolamento corrispondente al tuo ciclo di dottorato.
Se sei già in possesso del titolo di dottore di ricerca puoi essere ammesso a frequentare, previo superamento delle prove di selezione, un nuovo corso di dottorato non coperto da borsa.

Iscrizioni ad anni successivi al primo

Alla fine di ciascun anno di corso devi presentare una relazione sull'attività svolta secondo modalità e tempi stabiliti dal collegio dei docenti. Ottenuto parere favorevole alla prosecuzione del corso da parte del collegio, devi iscriverti al successivo anno di corso.

Maternità/paternità

E' prevista la sospensione del corso di dottorato per maternità e per paternità.
I dettagli sono disponibili nella Intranet di Ateneo, alla quale accedi con le tue credenziali da dottoranda/o.

Tasse

L'iscrizione si considera formalizzata dopo il pagamento delle tasse e contributi per l'accesso e la frequenza ai corsi di dottorato (per le categorie esenti si rimanda al bando di concorso).

Borse di studio

L'importo annuo della borsa di studio per la frequenza ai corsi di dottorato è di euro 15.343,28, comprensivo del contributo previdenziale I.N.P.S., a gestione separata, di 1/3 a carico del borsista, finalizzata all'estensione generale obbligatoria per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti (L. 335/95, art. 2, comma 2 e L. 449/97, art. 59, comma 16 e nota ministeriale prot. n. 2339/1998).

La borsa di studio non può essere cumulata con altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite, tranne che con quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare, con soggiorni all'estero, l'attività di ricerca dei borsisti. Se hai già usufruito, anche solo parzialmente, di una borsa di studio di dottorato non puoi fruirne una seconda volta, salvo restituzione, ove possibile, di quanto già percepito. La fruizione della borsa per la frequenza al dottorato di ricerca è incompatibile con la fruizione di un contratto di formazione specialistica (D.Lgs 368/1999) e con la fruizione di un contratto di apprendistato (D.Lgs 276/2003 art. 50).

Se sei uno specializzando titolare di un contratto di formazione specialistica (D.Lgs 368/1999) e vincitore di un posto di dottorato con borsa, per immatricolarti devi rinunciare in tutto o in parte alla fruizione della borsa a partire dalla data di inizio del corso di dottorato.
Informazioni sull'erogazione della borsa sono presenti sul decreto di conferimento della borsa.

Soggiorni all'estero
L'importo della borsa di dottorato aumenta, se previsto da convenzione/accordo, per l'eventuale periodo di formazione all'estero in relazione al numero dei giorni effettuati.
La richiesta/autorizzazione della maggiorazione della borsa di studio avviene esclusivamente tramite l’utilizzo della procedura on line, alla quale accedi con le tue credenziali SCU (assegnate dopo l'immatricolazione al corso di dottorato). Nella pagina di login è disponibile la guida all'uso della procedura.
Puoi usare la procedura informatica per le seguenti operazioni:

  • richiesta di autorizzazione a compiere il periodo formativo all'estero (da compilare almeno 48 ore prima della partenza)
  • dichiarazione di continuità da utilizzare ogni 2 mesi, qualora il periodo di studio all'estero sia continuativo e superiore a 60 giorni, al fine di suddividere il pagamento in più rate bimestrali (e non in un'unica soluzione a soggiorno concluso)
  • dichiarazione di rientro (indispensabile per ottenere la maggiorazione della borsa di studio e da compilare tassativamente entro 2 settimane dal rientro in Italia)
  • monitoraggio dello "stato" dei propri soggiorni di studio all'estero.

Ai fini del pagamento della maggiorazione della borsa di studio, ciascun coordinatore di dottorato autorizza/valida, tramite la procedura informatica, i periodi di soggiorno all’estero precedentemente inseriti on line dai propri dottorandi.
La maggiorazione della borsa di dottorato è una quota fissa giornaliera (equivalente al 50% dell’importo giornaliero della borsa di studio) corrisposta per il numero di giorni di permanenza all’estero.
Il pagamento delle dichiarazioni di continuità/rientro di inizio mese è effettuato nel mese successivo.

Per qualunque informazione rivolgiti alle segreterie delle Scuole (i riferimenti sono disponibili tra i Contatti).

Conseguimento titolo

Il titolo di Dottore di Ricerca viene rilasciato a seguito della positiva valutazione di una tesi di ricerca che contribuisca all’avanzamento delle conoscenze o delle metodologie nel campo di indagine prescelto.
Per le modalità di conseguimento si fa riferimento al regolamento corrispondente al tuo ciclo di dottorato.

Questa pagina è stata visitata 6 217 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.