sezioni

SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI

Scheda del corso
Anno Accademico di immatricolazione: 
2018/2019
Codice del corso di studio: 
008716
Tipo di corso: 
Laurea
Classe di laurea: 
L-27 - Classe delle lauree in Scienze e tecnologie chimiche
Dipartimento di afferenza: 
CHIMICA
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede didattica: 
TORINO
Lingua: 
Italiano
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso libero

Insegnamenti

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Ammissione e iscrizione

Requisiti di accesso (Titoli): 

1 - Titolo di Scuola Superiore
2 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea
3 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea di Primo Livello
4 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Magistrale
5 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Specialistica
6 - Titolo di Scuola Superiore e Titolo straniero

Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea in Scienza e Tecnologia dei Materiali si propone l’obiettivo di formare esperti nella sintesi, nelle tecnologie di processo, nell’uso e sviluppo di tecniche di caratterizzazione dei materiali. L’istituzione del corso di laurea intende rispondere alle esigenze del mondo produttivo, dei servizi e della ricerca sia in settori chiave della produzione dei paesi ad alta industrializzazione sia nella valorizzazione del patrimonio culturale. Tenuto conto delle realtà presenti sul territorio regionale e dei loro collegamenti nazionali ed internazionali, il corso si rivolge a diversi settori di attività quali la catalisi, i polimeri, i metalli e le leghe, i vetri ed i ceramici, i biomateriali, la produzione di energia, la sensoristica, la microelettronica, la diagnostica dei manufatti di interesse storico-artistico, la conservazione e trattamento dei beni culturali.
Il Corso di Studio intende formare figure professionali
- in grado di seguire un processo di produzione di materiali con proprietà predeterminate;
-in grado di seguire nuovi prodotti nel campo dei materiali con controllo di qualità e caratterizzazione strumentale
- di esperto di strumentazioni di laboratorio.
- di esperto tecnico-scientifico nel campo della diagnostica e conservazione dei manufatti di interesse storico-artistico
Si intende realizzare gli obiettivi formativi fornendo ai laureati una adeguata preparazione di base fisico matematica e nelle discipline chimiche insieme ad un corpo di conoscenze a largo spettro per l’inserimento nei diversi settori produttivi, ed anche in vista di ulteriori periodi di formazione. Pertanto, il Corso di Studio fornisce allo studente i fondamenti dei diversi settori della chimica ed approfondimenti caratterizzanti soprattutto sugli aspetti della chimica dei solidi e delle tecnologie che stanno alla base della sintesi, della caratterizzazione e dei processi di trasformazione dei materiali. Attraverso un congruo numero di crediti formativi integra tali conoscenze con una solida preparazione nei vari rami delle discipline fisiche e nella cristallografia.
Il Corso di Laurea in Scienza e Tecnologia dei Materiali fornisce quindi allo studente approfondimenti nelle discipline chimiche, fisiche, dello stato solido necessari per consentire l’acquisizione di competenze nella sintesi, nella caratterizzazione e nei processi di produzione dei materiali di interesse industriale. Si intende inoltre fornire allo studente un percorso che tratti dei problemi legati ai materiali costitutivi, ai processi di alterazione di beni culturali, alle relative tecniche diagnostiche ed all’impiego di materiali per la conservazione dei manufatti di interesse storico-artistico con attività didattiche nelle rispettive discipline chimiche, fisiche, biologiche, mineralogico-petrografiche.
Gli strumenti per la formazione dello studente sono corsi, esercitazioni e tutorato in aula ed una notevole attività pratica in laboratorio che devono far acquisire la metodologia del lavoro scientifico. Si intende completare la formazione con adeguate nozioni sulla normativa di sicurezza, con l’addestramento al lavoro coordinato in gruppo e con lo sviluppo della capacità di comunicare i contenuti delle attività tecnico-scientifiche anche attraverso la conoscenza della lingua Inglese.
Infine, data la connotazione applicativa del corso di laurea, si intende favorire il contatto con aziende ed enti del territorio operanti nel campo della produzione e dell’impiego dei materiali, del controllo di qualità e nel campo della gestione e salvaguardia dei beni culturali. La professionalizzazione specifica potrà essere ampliata attraverso una consistente permanenza presso enti pubblici o privati per lo svolgimento di tirocini formativi.

Competenze attese

Conoscenza e capacità di comprensione: 

Il laureato in Scienza e Tecnologia dei Materiali possederà una buona padronanza dei concetti chimici generali fondamentali, coniugata con la conoscenza della correlazione tra struttura e proprietà per differenti classi di materiali (ad esempio metallici, polimerici, per l'elettronica, ecc.).
Avrà inoltre una buona conoscenza della fisica, utile a comprendere in particolare la struttura e le caratteristiche dello stato solido della materia. La conoscenza dei corrispondenti strumenti matematici, nonché delle metodologie standard per la simulazione, la preparazione, la caratterizzazione e l'analisi dei materiali completano il profilo. Alla fine del suo percorso il laureato sarà in grado di apprendere autonomamente nozioni da testi ed articoli specialistici (anche in lingua inglese). Modalità di conseguimento: la crescita delle conoscenze e le capacità di comprensione si conseguono mediante: lezioni frontali, esercitazioni numeriche, studio di testi consigliati italiani e stranieri, tutorati. Strumenti didattici di verifica sono: esami orali, eventualmente preceduti da esami scritti, prove in itinere, soluzione individuale od in piccoli gruppi di problemi numerici.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 

Il laureato conoscerà e saprà utilizzare con procedure appropriate (anche in termini di sicurezza) la strumentazione di laboratorio di routine e, in alcuni casi, anche avanzata, al fine di simulare, preparare, caratterizzare ed analizzare un materiale. Con tali competenze sarà in grado di contribuire positivamente al lavoro di un team interdisciplinare che si occupa di materiali e di inserirsi in ambiente lavorativo orientandosi tra le varie classi di materiali, effettuando i controlli di qualità e le indagini diagnostiche, verificandone, con l'applicazione pratica, le proprietà, l'adeguatezza e l'eventuale degrado. Avrà infine familiarità con la dimensione del lavoro di gruppo nei processi di simulazione, preparazione, caratterizzazione e analisi dei materiali e, sotto la guida di figure professionali più esperte, potrà realizzare processi, analisi o prodotti innovativi. Le capacità di applicare conoscenza e comprensione si conseguono mediante: esercitazioni in aula, in laboratorio e tirocini formativi anche con studio di casi. Strumenti didattici di verifica: si procederà alla valutazione, anche in sede di esame, di relazioni scritte sulle esercitazioni compiute, valutazione dei rapporti di lavoro sui casi analizzati, redatti individualmente o in piccoli gruppi, valutazione degli elaborati finali svolti sotto la guida di docenti relatori.

Autonomia di giudizio: 

Il laureato dovrà essere in grado di valutare la consistenza interna di dati (anche autonomamente prodotti in lavori di laboratorio) riguardanti le caratteristiche dei materiali, reperire e vagliare fonti di informazione e bibliografiche. Nell'ambito di un problema relativo ai materiali, saprà riconoscerne le variabili e gli ordini di grandezza fondamentali e quindi orientarsi verso la soluzione più appropriata tra una serie di opzioni già disponibili. Saprà proporre valutazioni sull'impatto (ambientale, industriale, economico) dell'impiego di materiali e tecnologie.
L'autonomia di giudizio sarà sviluppata attraverso l'interpretazione critica di prove di laboratorio, di risultati sperimentali e della letteratura e attraverso la caratterizzazione di diverse tipologie di materiali in relazione alle loro proprietà ed al loro impiego. Strumenti didattici di verifica: l'autonomia di giudizio è verificata tramite le relazioni scritte e le esposizioni orali degli studenti sulle prove sperimentali eseguite e sulla letteratura consultata.

Abilità comunicative: 

Il laureato sarà capace di redigere un rapporto tecnico organizzando le informazioni in modo chiaro ed organico. Sarà anche in grado di presentare pubblicamente il proprio lavoro e di sostenere una discussione tecnica relativa a materiali, processi, strumentazioni, analisi anche con esperti di discipline affini. Egli si avvarrà correntemente per le proprie comunicazioni di strumenti informatici e, all'occorrenza, saprà veicolarle anche in lingua inglese.
Le abilità comunicative dello studente sono coltivate attraverso la presentazione orale, scritta e con l'uso di strumenti elettronici delle conoscenze acquisite e dei propri elaborati. L'impiego di diverse tecniche di comunicazione sono oggetto di specifico insegnamento. Vengono offerti lettorati di lingua Inglese. Strumenti didattici di verifica: nelle valutazioni delle presentazioni orali, degli elaborati individuali e della prova finale la qualità e l'efficacia della comunicazione concorre autonomamente alla formazione del giudizio complessivo.

Capacità di apprendimento: 

Il laureato disporrà di una conoscenza degli argomenti fondamentali della scienza e tecnologia dei materiali tale da consentirgli di completare con successo la propria preparazione attraverso corsi di studi più avanzati oppure di acquisire autonomamente ulteriori nozioni direttamente dalla consultazione di testi specialistici o dalla partecipazione a convegni o seminari tecnici. Potrà utilizzare correttamente le informazioni fornite da strumenti informatici (ad esempio database specialistici, web, ecc.).Modalità di conseguimento: nel corso del ciclo di studi si svolgeranno seminari e presentazioni tecniche su argomenti di Scienza e Tecnologia dei Materiali e visite aziendali allo scopo di ulteriormente aggiornare ed ampliare i contenuti degli insegnamenti già svolti. Per lo svolgimento di rapporti di lavoro e della prova finale lo studente verrà indirizzato all'uso della letteratura internazionale e delle risorse disponibili sul web. Strumenti didattici di verifica: la verifica della capacità di apprendimento si svolge valutando i contenuti delle presentazioni orali, delle relazioni scritte, della prova finale.

Prova finale

Titolo rilasciato: 

LAUREA DI PRIMO LIVELLO IN SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI / LA QUALIFICA ACCADEMICA ASSOCIATA AL TITOLO E’ QUELLA DI “ DOTTORE”

Caratteristiche della prova finale: 

Dopo aver superato tutte le verifiche delle attività formative incluse nel piano di studio e aver acquisito i relativi crediti, lo studente, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all'università, è ammesso a sostenere la prova finale, la quale consiste nella presentazione e discussione di un elaborato, in seduta pubblica davanti ad una commissione di almeno tre docenti.