sezioni

SCIENZE POLITICHE E SOCIALI

Scheda del corso
Anno Accademico di immatricolazione: 
2018/2019
Codice del corso di studio: 
009710
Tipo di corso: 
Laurea
Classe di laurea: 
L-36 - Classe delle lauree in Scienze politiche e delle relazioni internazionali
Dipartimento di afferenza: 
CULTURE, POLITICA E SOCIETA'
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede didattica: 
TORINO
Lingua: 
Italiano
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso libero

Insegnamenti

SCIENZE POLITICHE

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

SCIENZE SOCIALI

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Ammissione e iscrizione

Requisiti di accesso (Titoli): 

1 - Titolo di Scuola Superiore
2 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea
3 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea di Primo Livello
4 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Specialistica
5 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Magistrale
6 - Titolo di Scuola Superiore e Titolo straniero
7 - Titolo di Scuola Superiore

SCIENZE POLITICHE

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

SCIENZE SOCIALI

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Obiettivi formativi

- acquisizione di una significativa formazione interdisciplinare nell'ambito delle scienze politiche, storiche, economiche, sociologiche e giuridiche senza trascurare, accanto ai contenuti più propriamente professionalizzanti, gli aspetti culturali più generali e le opportune conoscenze metodologiche nell'ambito delle discipline afferenti al corso di laurea;
Risultati di apprendimento attesi
- capacità di valutare e gestire le domande e i problemi delle società moderne, sia sul piano delle politiche pubbliche, sia su quello dell'agire di soggetti privati che confluiscano o interferiscano con la dimensione politica;
- capacità di realizzare strategie operative complesse;
- possesso di una sufficiente padronanza del metodo della ricerca nelle diverse aree disciplinari che confluiscono nelle scienze politiche (area delle scienze sociali, area storico-politica, area economico-politica, area linguistica, area giuridica), nonché del metodo comparativo che consenta un inserimento operativo e innovativo nell'impiego pubblico e privato;

A tal fine il Corso di laurea promuove attività finalizzate all'acquisizione di conoscenze multidisciplinari nei settori giuridico, economico, politologico, sociologico e storico; pur nella ribadita interdisciplinarità della formazione, il corso di studio prevede anche discipline caratterizzanti finalizzate ad obiettivi professionalizzanti e connessi a specifiche figure ed esigenze del mercato del lavoro; prevede in ogni caso la conoscenza, oltre che di un ottimo italiano scritto e orale, di almeno una lingua straniera.

DESCRIZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO
Il primo anno è finalizzato all'acquisizione delle competenze nelle discipline base del Corso di laurea e prevede perciò una lista di insegnamenti caratterizzanti comune a tutti gli studenti del corso. Nel secondo e terzo anno la formazione interdisciplinare di base viene integrata con insegnamenti afferenti alle aree giuridica, politologica e antropologica, sui quali gli studenti possono esercitare alcune opzioni formative in rapporto ai loro interessi conoscitivi o a eventuali ambiti occupazionali. Soprattutto il terzo anno declina l'offerta formativa con particolare attenzione alla possibilità di sbocchi occupazionali immediati, ma anche in funzione del possibile proseguimento degli studi nei corsi di laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione, Sociologia, Comunicazione pubblica e politica o Scienze internazionali.

Competenze attese

Conoscenza e capacità di comprensione: 

I laureati dimostrano conoscenze e capacità di comprensione in un campo di studi di livello post secondario e sono a un livello che, caratterizzato dall’ uso di libri di testo avanzati, include anche la conoscenza di alcuni temi d’avanguardia nel proprio campo di studi.
L'insieme delle discipline impartite si propone di fornire al discente strumenti che lo rendano innanzi tutto un cittadino attivo, capace di comprendere i fenomeni politici nei quali la sua esistenza futura sarà collocata, e con i quali interagirà. Inoltre il Corso di Laurea mira a porre coloro che lo frequentano fino alla sua naturale conclusione in una situazione che consenta loro di affrontare in modo critico l’analisi della società nazionale e internazionale, di comprendere i messaggi che gli giungono, direttamente o indirettamente, dalle istituzioni, locali e centrali, dalle forze politiche, dai media e di affrontare con successo situazioni lavorative nelle diverse collocazioni possibili, in ambito istituzionale, in organismi statali, enti territoriali, o in seno a imprese pubbliche e private; e, infine, di svolgere ricerche in prima persona, nei diversi ambiti.
In particolare, il laureato deve possedere conoscenze approfondite di:
° Scienza politica;
° Diritto pubblico;
° Economia politica e Politica economica;
° Storia moderna;
° Storia contemporanea;
° Storia delle idee politiche
° Sociologia
○ Lingue straniere al livello di comprensione essenziale di testi e alla conversazione orale di base.
Sulla base di queste conoscenze, il laureato di Scienze Politiche e Sociali comprenderà la natura composita dei diversi fenomeni politici e sociali, le loro radici storico-culturali, il carattere multidimensionale dei processi in atto. Le varie materie e aree disciplinari garantiscono anzitutto una formazione teorica qualificante, ma al tempo stesso offrono ai laureati strumenti adeguati per meglio analizzare le diverse situazioni politiche e sociali e per svolgere in esse un ruolo di cittadinanza attiva. Il Corso offre altresì conoscenze teoriche empiriche e metodologiche capaci di mettere in grado i discenti di svolgere ricerche empiriche di carattere sociale e di confrontarsi con le ricerche altrui, vagliandole criticamente.
Grazie ai diversi apporti conoscitivi lo studente sarà in grado di rilevare i fenomeni politici, gli attori in gioco e gli interessi sociali ed economici di cui essi sono espressione, le strategie della comunicazione pubblica, il livello di partecipazione, le condizioni del consenso e del conflitto, il ruolo delle ideologie, ecc.
Per soddisfare l'acquisizione delle conoscenze sopra enunciate, il Corso di Laurea intende articolarsi, nel terzo anno, in due distinte traiettorie didattiche, una privilegiante le tematiche politiche, l’altra finalizzata alla ricerca e alla comprensione dei fenomeni sociali.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 

I laureati sono in grado di applicare le loro conoscenze e capacità di comprensione in maniera da dimostrare un approccio professionale al loro lavoro, e possiedono competenze adeguate sia per ideare e sostenere argomentazioni che per risolvere problemi nel proprio campo di studi.
In termini operativi, il laureato in Scienze Politiche e Sociali deve possedere:
capacità di affrontare problemi relativi alla comprensione delle dinamiche politiche e sociali, sempre più complesse, a livello locale e nazionale, collocandole nei rispettivi quadri di riferimento, anche, eventualmente, sul piano internazionale. Ciò sia nell’ambito della vita politica, sia nelle organizzazioni come sindacati, partiti, associazioni; sia in quello dell’impresa o delle libere professioni; ma anche della ricerca sociale pura o applicata: capacità di scegliere consapevolmente e di utilizzare a fini pratici teorie, concetti, conoscenze storiche, economiche e giuridiche, e tutto lo strumentario tecnico che il Corso di Laurea mette a sua disposizione.
Gli obiettivi possono essere raggiunti con l'analisi di casi di studio e con appositi seminari che favoriranno l'applicazione dei concetti teorici.

Autonomia di giudizio: 

I laureati in Scienze politiche e sociali avranno la capacità di raccogliere e interpretare informazioni e dati utili a determinare giudizi autonomi su temi sociali, scientifici o etici connessi al campo di studi.
Questo obiettivo sarà raggiunto con la realizzazione, all'interno dei corsi di insegnamento e al di fuori di essi, di attività di gruppo e seminari volti a far emergere la capacità riflessiva e l'autonomia di giudizio del singolo studente nonché l'attitudine a confrontarsi con altre opinioni e posizioni.

Abilità comunicative: 

Il Corso di studi fornisce capacità di comunicare e presentare i risultati del proprio lavoro in modo chiaro, dettagliato, esauriente anche a destinatari non specialisti.
Il perseguimento di queste abilità comunicative sarà realizzato nel Corso di studi mediante la frequenza di alcuni insegnamenti e laboratori specifici, i cui contenuti riguardano non soltanto il ruolo sempre più preminente della comunicazione nello spazio pubblico ma anche le tecniche più adeguate per comunicare con maggior efficacia nei vari livelli della società.

Capacità di apprendimento: 

I laureati avranno sviluppato le capacità di apprendimento necessarie per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia.
L'attività didattica del Corso di studi è finalizzata a sviluppare negli studenti sia le capacità teoriche sia quelle applicative. Il Cds in Scienze Politiche e Sociali, a tal fine, si propone di lavorare a una forte innovazione sul piano delle tecniche didattiche, favorendo l'attività seminariale in aggiunta alle tradizionali lezioni frontali, e con la presentazione di materiali diversi attraverso l'uso delle più avanzate tecniche informatiche e l'impiego sistematico delle risorse disponibili sul web. Il Cds offrirà inoltre agli studenti, già al primo anno, la possibilità di frequentare corsi specifici per migliorare le capacità di apprendimento. Gli studenti avranno altresì la possibilità di frequentare stages presso imprese del settore pubblico e privato, nonché istituzioni locali, associazioni, sindacati: esperienze che consentiranno loro di mettere a frutto le conoscenze acquisite nel triennio.

Ambiti occupazionali e accesso ad ulteriori studi

La qualifica dà accesso a: M1, M2, DR, corso di specializzazione.

Sbocchi occupazionali e attività professionali previsti dai corsi di laurea sono in diversi ambiti, quali imprese ed organizzazioni private nazionali e multinazionali, amministrazioni, enti, organizzazioni pubbliche nazionali, sovranazionali e internazionali, organizzazioni non governative e del Terzo Settore.

Prova finale

Titolo rilasciato: 

LAUREA DI PRIMO LIVELLO IN SCIENZE POLITICHE & SOCIALI / LA QUALIFICA ACCADEMICA ASSOCIATA AL TITOLO E’ QUELLA DI “ DOTTORE”

Caratteristiche della prova finale: 

La prova finale consiste in un elaborato scritto, di un numero contenuto di pagine, che porta a compimento una limitata ricerca condotta sotto la guida di un docente, che ne sarà il relatore responsabile. La ricerca può essere empirica, teorica, storiografica, condotta su un numero limitato di casi, o di titoli, o di documenti.
Il candidato al titolo di dottore dovrà dimostrare di possedere sufficiente padronanza del metodo di lavoro e di analisi critica, nell'ambito del proprio campo di ricerca; in tale ambito dovrà inoltre mostrare una buona dimestichezza con la letteratura di base e capacità di organizzare il discorso secondo percorsi logicamente efficaci e con sufficiente articolazione; basilare è, naturalmente, una buona conoscenza della lingua italiana.

Questa pagina è stata visitata 14 903 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.