LINGUE E CULTURE PER IL TURISMO

Scheda del corso
Anno Accademico di immatricolazione: 
2018/2019
Codice del corso di studio: 
012705
Tipo di corso: 
Laurea
Classe di laurea: 
L-15 - Classe delle lauree in Scienze del turismo
Dipartimento di afferenza: 
LINGUE E LETTERATURE STRANIERE E CULTURE MODERNE
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede didattica: 
TORINO
Lingua: 
Italiano
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso libero

Insegnamenti

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Ammissione e iscrizione

Requisiti di accesso (Titoli): 

1 - Titolo di Scuola Superiore
2 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea
3 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea di Primo Livello
4 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Specialistica
5 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Magistrale
6 - Titolo di Scuola Superiore e Titolo straniero
7 - Titolo di Scuola Superiore

Obiettivi formativi

I laureati nel Corso di Laurea triennale in Lingue e Culture per il Turismo dovranno dimostrare di aver acquisito conoscenze nell’ambito delle discipline di base (economiche, geografiche, antropologiche e sociologiche) e delle materie giuridiche e culturali che costituiscono la rete di competenze indispensabili nei settori attinenti al mercato del turismo. Dovranno inoltre dimostrare di saper utilizzare con buona competenza comunicativa orale e scritta almeno due lingue dell’Unione Europea oltre l’italiano, per scambio di informazioni generali e specifiche al settore di specializzazione che non siano però avulse dall’aspetto culturale che ogni lingua-cultura porta in sé. Si sottolinea come la conoscenza delle lingue insieme con gli aspetti culturali da esse non separabili e la buona competenza comunicativa abbiano particolare rilievo in questo Corso di Laurea attivato in un Dipartimento di Lingue.
Nel percorso formativo, accanto a discipline economiche, giuridiche, storiche, della geografia e dell’informatica, gli insegnamenti di due lingue straniere presentano approfondimenti culturali in ambito letterario. Sono presenti insegnamenti di Storia dell’arte, di Storia ed estetica del cinema e dei media, di Antropologia culturale, di Storia dell’architettura e itinerari turistici e di Cultura e storia di una regione europea.
Il Corso di Laurea prevede, accanto alle attività sopra indicate, tirocini e stage costituiti in accordo con enti pubblici e privati, possibilmente anche all’estero, attivi nei campi del turismo, del turismo congressuale, dell’editoria turistica, delle attività culturali e sociali collegate con beni ambientali e del patrimonio territoriale.
Il tirocinio è obbligatorio nel presente Corso di Laurea.

Competenze attese

Conoscenza e capacità di comprensione: 

Come delineato dagli obiettivi formativi specifici sopra illustrati, le conoscenze attese intersecano i campi linguistico e letterario, economico, giuridico, storico e geografico, antropologico, mediatico, artistico e architettonico entro l’ampio orizzonte del settore turistico e delle sue più recenti e significative trasformazioni. Al termine del Corso di Laurea, è richiesta una buona capacità di comprensione, approfondimento e interpretazione di fonti differenti (libri, documenti, risorse informatiche e multimediali), in italiano e in lingua straniera, relative a tali ambiti di studio.
Gli strumenti didattici previsti per la verifica del livello di conoscenze acquisito comprendono prove di verifica orali e/o scritte, eventualmente in itinere durante lo svolgimento dei corsi e delle esercitazioni ad essi collegate. È inoltre contemplata la richiesta di relazioni scritte e/o orali per attività formative proposte dal Corso di Laurea quali: la partecipazione a visite guidate, a conferenze, laboratori e seminari.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 

I laureati del Corso di Laurea sapranno applicare le conoscenze interdisciplinari e la comprensione delle lingue non solo nell’ambito turistico tradizionale, compreso quello congressuale, ma anche nella gestione della comunicazione e dell’organizzazione di attività sociali e di eventi culturali promossi da enti pubblici e privati e finalizzati alla valorizzazione del patrimonio ambientale e dei beni culturali materiali e immateriali. Le prove di verifica orali e/o scritte tenderanno gradualmente a valutare queste capacità di applicare conoscenze e comprensione a problemi e situazioni specifiche. A livello sperimentale, soprattutto all’interno di specifici laboratori, sono previste simulazioni di visite guidate, di interventi in comunicazioni di settore, di allestimento di materiale di promozione turistica. Nelle prove di verifica sarà valutata la capacità di adeguare saperi e competenze alla situazione di comunicazione presentata, al contesto tematico specifico oltre che ai differenti contesti culturali.

Autonomia di giudizio: 

I laureati in Lingue e Culture per il Turismo dovranno conoscere le lingue e le culture in modo da poter interagire in modo qualificato in due lingue straniere nei contesti più diversi, dall’informale al formale, e operare su un esteso campo di questioni di carattere culturale, sociale, civile ed etico, con capacità di esercitare senso critico, valutazioni e decisioni indipendenti, fondate su ampia documentazione e analisi di dati. In particolare, attraverso gli studi letterari e culturali, i laureati avranno acquisito un patrimonio di conoscenza utile alla mediazione culturale e alla comunicazione interculturale, così da esprimere, in maniera adeguata e con argomentazioni opportune e pertinenti, informazioni, idee, problemi e soluzioni a soggetti differenti per competenze e formazione. Per lo sviluppo e la verifica delle capacità acquisite e dell’autonomia di giudizio sono previste specifiche pratiche didattiche nei corsi, nei laboratori e nelle esercitazioni, tali da incoraggiare la facoltà individuale di collegare dati, informazioni, concetti, ad un sistema di conoscenza coerente e di indipendente valutazione.

Abilità comunicative: 

I laureati in Lingue e Culture per il Turismo dovranno conoscere le lingue anche nel loro aspetto culturale in modo da poter affrontare scambi comunicativi adeguati con interlocutori di istruzione e provenienza diversa, sia specialisti sia non specialisti, nell’interazione sia intersoggettiva sia al pubblico. Nel caso di lingue di comunicazione internazionale come l’inglese, il francese e lo spagnolo, dovranno riconoscere almeno sul piano ricettivo alcune tra principali varietà diffuse nel mondo. Dovranno saper impiegare efficacemente strumenti tecnologici e mezzi multimediali per le comunicazioni al pubblico sia in presenza sia a distanza.
Queste abilità e competenze dovranno essere sostenute da proprietà di linguaggio, da un giusto impiego di approfondimento e sintesi e da una sicura efficacia comunicativa, adattabile a contesti differenti. La verifica delle abilità comunicative avverrà attraverso prove in itinere, in particolare per gli insegnamenti delle lingue straniere, e in occasione degli esami conclusivi delle singole materie, in forma orale e/o scritta; anche la prova finale, in veste di dissertazione scritta e/o di presentazione orale, consentirà una valutazione conclusiva delle capacità delle abilità comunicative.

Capacità di apprendimento: 

Nel Corso di Laurea in Lingue e Culture per il Turismo l’acquisizione delle capacità di ricercare dati (in archivi, biblioteche, internet), di esprimersi efficacemente in contesti culturali, linguistici e sociali differenti e di impiegare indipendenza di giudizio è coniugata al conseguimento autonomo di nuove conoscenze e competenze, ossia alla capacità di incremento, aggiornamento e sviluppo costanti e continui del sapere per la formazione personale e professionale. Infatti, la partecipazione attiva alle lezioni frontali (con discussione collettiva, sessioni di domande e risposte, anche tra studenti), e i lavori individuali e di gruppo (nei contesti degli insegnamenti, dei seminari, delle esercitazioni linguistiche e delle attività laboratoriali, nonché nelle prove scritte e orali) permetteranno di accrescere le capacità di apprendimento: il Corso di Laurea sollecita in tal modo l’evoluzione dell’autonomia di studio e incoraggia la maturazione di una consapevolezza individuale circa il grado di approfondimento ed estensione delle conoscenze interdisciplinari, interculturali e linguistiche. Le verifiche in itinere delle esercitazioni linguistiche, le prove d’esame e la prova finale consentiranno di misurare le capacità conseguite dagli studenti/laureandi.

Prova finale

Titolo rilasciato: 

LAUREA DI PRIMO LIVELLO IN LINGUE E CULTURE PE RIL TURISMO / LA QUALIFICA ACCADEMICA ASSOCIATA AL TITOLO E’ QUELLA DI “ DOTTORE”

Caratteristiche della prova finale: 

Dissertazione scritta o altra tipologia di prova (esposizione orale con supporto multimediale; relazione su attività di tirocinio; presentazione di un poster della ricerca; bibliografia ragionata su tema specifico) nell'ambito relativo a una delle discipline linguistiche, letterarie o culturali studiate.
Per modalità più dettagliate si confronti il Regolamento didattico del Corso di Laurea L-15 Lingue e Culture per il Turismo.

Questa pagina è stata visitata 19 939 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.