sezioni

OTTICA E OPTOMETRIA

Scheda del corso
Anno Accademico di immatricolazione: 
2018/2019
Codice del corso di studio: 
008715
Tipo di corso: 
Laurea
Classe di laurea: 
L-30 - Classe delle lauree in Scienze e tecnologie fisiche
Dipartimento di afferenza: 
FISICA
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede didattica: 
TORINO
Lingua: 
Italiano
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso programmato locale

Insegnamenti

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Ammissione e iscrizione

Requisiti di accesso (Titoli): 

1 - Titolo di Scuola Superiore
2 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea
3 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea di Primo Livello
4 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Specialistica
5 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Magistrale
6 - Titolo di Scuola Superiore e Titolo straniero

Test di ammissione: 
https://esse3.unito.it/Admission/DettaglioConcorsi.do?cds_id=10173&aa_off_id=201...

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea in Ottica e Optometria ha l'obiettivo di formare figure professionali in grado di operare in ambito ottico-optometrico, anche in vista di una riforma del settore per adeguamento al quadro di riferimento europeo. Gli obiettivi formativi consistono nel fornire una solida formazione di base in fisica classica e moderna e una approfondita preparazione ottico/optometrica che consenta al laureato in Ottica e Optometria:
* di gestire con competenza le piu' avanzate attrezzature ottico-optometriche,
* di inserirsi in attivita' lavorative che richiedono familiarita' con il metodo scientifico,
* di acquisire una mentalita' aperta e flessibile, predisposta al rapido apprendimento di metodologie e e tecnologie innovative
* di perfezionare le sue capacita' scientifiche e professionali in corsi di studio di secondo livello
* di acquisire le metodologie di indagine tecnico-scientifiche per la valutazione delle abilita' visive
* di avere buona padronanza dei processi ottici caratteristici del sistema visivo.
A tale fine, fin dal primo anno accanto ai corsi di base sono previsti corsi professionalizzanti di ambito ottico-optometrico e corsi per la formazione integrativa nell'ambito biologico. Tutti i corsi di fisica di base o finalizzati alla formazione di tipo ottico e optometrico sono integrati da esercitazioni in laboratorio e in sala informatica. La formazione professionale e' completata attraverso tirocini esterni obbligatori e altre attivita' formative esterne utili all'inserimento nel mondo del lavoro.
Il corso di laurea si propone inoltre di fornire ai laureati una formazione adeguata per l'accesso all'esame di abilitazione alla professione di Ottico.

Competenze attese

Conoscenza e capacità di comprensione: 

Il laureato in Ottica ed Optometria deve possedere:
° una adeguata conoscenza di base della fisica generale classica e moderna, supportata da una idonea formazione di base in matematica, chimica e informatica
° una approfondita formazione nel settore dell'ottica di base e applicata (ottica fisica e geometrica, strumentazione per l'ottica, materiali per l'ottica)
° conoscenze generali di carattere biologico finalizzate ad una approfondita comprensione del funzionamento dell'occhio e del processo visivo, corredate da nozioni di patologia e semeiotica oculare e dalla conoscenza dei principi fondamentali di igiene
° una approfondita conoscenza teorica e pratica delle discipline e delle tecniche operative di base e avanzate che caratterizzano l'ambito professionale dell'ottica e dell'optometria.
Le conoscenze e le capacità di comprensione si conseguono mediante lezioni frontali, attivita' di laboratorio e di sala informatica, consolidate con lo studio di testi consigliati italiani e stranieri.
Strumenti didattici di verifica sono: le prove in itinere e gli esami orali, eventualmente preceduti da esami scritti.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 

Il laureato in Ottica ed Optometria deve avere:
° capacita' di utilizzare la strumentazione piu' avanzata nell'ambito della raccolta e del trattamento dati in ottica e optometria
° capacita' di scegliere ed utilizzare strumenti matematici, statistici e informatici adeguati nella analisi dei dati
° capacita' di utilizzare il metodo scientifico di indagine applicandolo alla soluzione di problemi specifici dell'ottica e optometria
Le capacità di applicare conoscenza e comprensione si conseguono mediante esercitazioni in aula ed in in laboratorio.
Strumenti didattici di verifica sono la valutazione, anche in sede di esame, di relazioni scritte e orali sulle esercitazioni compiute.

Autonomia di giudizio: 

Il laureato in Ottica ed Optometria deve avere:
° capacita' di giudizio autonomo nella scelta e nell'uso di strumenti di misura di varia complessita' per la raccolta di dati specifici nell'ambito dell'ottica e optometria
° capacita' di analizzare criticamente ed interpretare i dati sperimentali e comparare le soluzioni possibili di problemi quantitativi
° capacita' di operare scelte in ambito professionale in piena consapevolezza delle normative e delle problematiche deontologiche
L'autonomia di giudizio sarà sviluppata chiedendo agli allievi l'interpretazione critica di articoli tecnico-scientifici e di risultati sperimentali, anche da loro ottenuti durante le esercitazioni in laboratorio. I docenti, quando possibile, presenteranno diverse tesi interpretative di un tema, sollecitando gli studenti e le studentesse alla loro discussione.
L'autonomia di giudizio è verificata tramite le relazioni chieste agli allievi sulle interpretazioni sopra descritte.

Abilità comunicative: 

Il laureato in Ottica ed Optometria deve
° saper utilizzare efficacemente in forma scritta e orale almeno una lingua dell'Unione Europea oltre all'italiano, per lo scambio di informazioni generali e specifiche dell'ambito dell'ottica e dell'optometria
° saper redigere rapporti tecnico-scientifici e organizzare brevi presentazioni del proprio lavoro, con l'ausilio di strumenti per la comunicazione e la gestione dell'informazione;
° possedere capacita' di lavorare in gruppo e di inserirsi rapidamente negli ambienti di lavoro
° possedere capacita' di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni relativamente a problemi di carattere ottico e optometrico sia ad interlocutori specialisti che al pubblico.
Le abilità comunicative sono sviluppate sollecitando gli allievi a presentare, eventualmente con l'uso di strumenti elettronici, oralmente e per iscritto, propri elaborati individuali.
Nelle valutazioni degli elaborati individuali e della prova finale la
qualità e l'efficacia della comunicazione concorre autonomamente alla
formazione del giudizio complessivo.

Capacità di apprendimento: 

La capacità di apprendimento di un laureato in Ottica ed Optometria deve essere:
° adeguata ad affrontare in modo autonomo nuovi argomenti e finalizzata all'aggiornamento professionale sui progressi scientifici e tecnologici dell'ottica e dell'optometria o ad intraprendere gli studi dei cicli successivi.
Al fine di permettere agli studenti di acquisire adeguata capacità di apprendimento, nel corso del ciclo di studi si svolgeranno seminari e brevi corsi integrativi allo scopo di aggiornare ed ampliare i
contenuti degli insegnamenti già svolti. Agli studenti verra' richiesto di redigere una relazione sintetica su quanto ascoltato. Tali relazioni permettono di valutare la capacità individuale di
apprendimento.

Ambiti occupazionali e accesso ad ulteriori studi

Il laureato in Ottica e Optometria troverà occasioni di inserimento in grandi industrie ottiche e in piccole e medie imprese che producono o commercializzano articoli e strumenti tecnici per il settore ottico e della visione.
Le mansioni che il laureato in Ottica e Optometria potrà esercitare sono:
- Nel settore industriale: ricercatore junior e/o responsabile del controllo di processo e qualità (strumentazione ottica, costruzione di lenti oftalmiche e a contatto);
- Nel settore commerciale: assistente allo sviluppo di prodotti presso il cliente, assistenza post-vendita (corsi informativi e di aggiornamento presso il cliente), sviluppo del mercato e delle applicazioni dei prodotti e degli strumenti ottici;
- Nel settore professionale: imprenditore, professionista tecnico in aziende ottiche o in Enti pubblici attinenti con la professione di ottico.
La laurea non costituisce titolo abilitante all_esercizio della professione di ottico ma fornisce una preparazione utile per l'accesso all'esame per il diploma abilitante.

Prova finale

Titolo rilasciato: 

LAUREA DI PRIMO LIVELLO IN OTTICA E OPTOMETRIA / LA QUALIFICA ACCADEMICA ASSOCIATA AL TITOLO E’ QUELLA DI “ DOTTORE”

Caratteristiche della prova finale: 

La prova finale consiste nella presentazione di una relazione individuale svolta dallo studente su un argomento di carattere specialistico nell'ambito dell'ottica e optometria. Oggetto della prova finale puo' anche essere la relazione conclusiva sulle attivita' pratiche di laboratorio e/o di tirocinio svolte presso Enti convenzionati con l'Universita' di Torino. La prova finale e' discussa davanti ad una commissione appositamente nominata.
I risultati sono elaborati sottoforma di articolo scientifico secondo il modello di riferimento indicato sul sito relativo a una rivista peer reviewed.
L'articolo viene conservato su formato elettronico presso la Biblioteca del Dipartimento di Fisica.

Questa pagina è stata visitata 4 187 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.