sezioni

QUANTITATIVE FINANCE AND INSURANCE - FINANZA QUANTITATIVA E ASSICURAZIONI

Scheda del corso
Anno Accademico di immatricolazione: 
2018/2019
Codice del corso di studio: 
102512
Tipo di corso: 
Laurea Magistrale
Classe di laurea: 
LM-83 - Classe delle lauree magistrali in Scienze statistiche attuariali e finanziarie
Dipartimento di afferenza: 
SCIENZE ECONOMICO-SOCIALI E MATEMATICO-STATISTICHE
Durata in anni: 
2
Crediti: 
120
Sede didattica: 
TORINO
Lingua: 
Inglese
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso libero

Insegnamenti

FINANCE

Anno di corso: Attività formative non assegnate a un anno di corso

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

INSURANCE AND STATISTICS

Anno di corso: Attività formative non assegnate a un anno di corso

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Ammissione e iscrizione

Requisiti di accesso (Titoli): 

1 - Titolo straniero
2 - Laurea Magistrale
3 - Laurea Specialistica
4 - Laurea di Primo Livello
5 - Laurea

FINANCE

Anno di corso: Attività formative non assegnate a un anno di corso

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

INSURANCE AND STATISTICS

Anno di corso: Attività formative non assegnate a un anno di corso

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Obiettivi formativi

II corso si adatta all'attuale evoluzione dell'attività finanziaria che tende a far convergere l'attività delle banche ordinarie e d'affari, e, più in generale, delle società finanziarie, con l'attività delle compagnie di assicurazione e riassicurazione e dei sistemi previdenziali. Tali organizzazioni affrontano problematiche fra loro affini, per studiare le quali si utilizzano strumenti, tecniche e modelli del tutto analoghi quando non sostanzialmente identici. L'obiettivo formativo del corso, espresso in forma generale, è quello di fornire una solida preparazione, e conoscenza di tali strumenti, tecniche e modelli, che possano essere messi a frutto sia nel mondo finanziario sia nel mondo assicurativo, e, grazie allo svolgimento dell'intero corso in lingua inglese, sia in Italia sia in buona parte del resto del mondo. Si ritiene generalmente tale impostazione più aggiornata di altre possibili: anche ai fini professionali e di lavoro nelle attività di tutte le citate società viene chiesto di occuparsi della gestione e certificazione sia delle attività sia delle passività. Si fa notare che tale doppia competenza è pure prevista nel syllabus per la preparazione all'esame di Stato per l'accesso all'Ordine Nazionale degli Attuari, tabella A, che ha delle attività riservate, nonché nelle prove di ammissione ai costituendi ordini dei promotori finanziari e consulenti in materia di investimenti finanziari, che avranno anch'essi attività riservate.
Il corso di laurea fornisce ottime conoscenze di metodologie e strumenti logico-concettuali, matematico-statistico-probabilistici, fondamenti e modalità di impiego di elaborazione di dati informatici, applicandoli a: finanza, intermediazione finanziaria, assicurazione, previdenza, diagnosi e gestione del rischio, analisi dei mercati finanziari, aspetti giuridici dei mercati finanziari ed assicurativi, perseguendo l'integrazione delle diverse aree disciplinari far loro complementari. La varietà di aree disciplinari integrate in un unico disegno consentirà anche un pronto adattamento a contesti diversi e mutevoli.
Di seguito sono esposti gli obiettivi formativi specifici. Il laureato in Quantitative Finance and Insurance è in grado di misurare il rischio di una posizione, prezzare un titolo, valutare un'azienda, analizzare una strategia di trading alla luce dei modelli e dei metodi di riferimento della prassi internazionale più avanzata. E' altresì in grado di progettare realizzare attività assicurative, previdenziali e comunque finanziarie con elevati contenuti di incertezza. Ha una preparazione adeguata per l'accesso, tramite esame di Stato, all'Ordine Nazionale degli Attuari e per sostenere l'esame di promotore finanziario o consulente in materia di investimenti per l'iscrizione ai rispettivi albi che consentiranno di offrire prodotti finanziari di SIM o SGR fuori dalle loro sedi. Data l'alta incertezza del contesto finanziario globale, si vuole ottenere una comprensione profonda e dettagliata degli schemi logici, delle ipotesi e dei metodi utilizzati nel mondo della finanza, dando meno importanza, senza trascurarlo, allo studio delle variegate e mutevoli caratteristiche istituzionali dei mercati, degli intermediari e degli strumenti finanziari e assicurativi.
Il percorso formativo è costituito per la maggior parte dei CFU da insegnamenti caratterizzanti delle aree previste nei SSD SECS-P/01 e SECS-S/06, che forniscono allo studente l'indispensabile bagaglio di competenze necessarie a muoversi con disinvoltura in un contesto finanziario ed assicurativo. Come osservato precedentemente, tale bagaglio – che comprende discipline quali Probabilità e Processi Stocastici ed Economia dell'Incertezza e dell'Informazione – è in larghissima parte indipendente dall'ambito nel quale il laureato si troverà ad operare. La strumentazione formale e logica, sia quelle prettamente quantitativa ed economica, è fondamentalmente la stessa in entrambi gli ambiti strettamente finanziario e strettamente assicurativo. Alcuni SSD caratterizzanti, come SECS-P/01, SECS-S/01 e SECS-S/06, contengono argomenti che poi si ritrovano in altri più specifici, comprendendoli, rendendo non indispensabile menzionarli; in particolare, SECS-S/06 contiene tutti gli argomenti di Probabilità pertinenti. Del resto vi sono argomenti di fondamento in comune tra i settori SECS-S/06 e MAT/05. Un diverso bilanciamento di insegnamenti all'interno di questi settori, realizzabile esercitando una scelta fra gli insegnamenti affini ed integrativi disponibili, consentirà agli studenti di dare seguito, almeno nell'immediato, alla propria maggior propensione verso quelle applicazioni che ritengono preferibili, per motivi ambientali o personali, tuttavia senza compromettere una futura riconversione, agevolmente possibile grazie alla comunanza di metodologie. Il regolamento didattico di Facoltà indicherà le modalità con cui gli studenti potranno adattare alle loro scelte il percorso degli studi orientandosi verso varie specializzazioni di cui le due estreme, che sono esplicitamente richiamate nel nome del corso di laurea.
Le capacità informatiche non sono insegnate a se stanti, ma all'interno di altri insegnamenti dove sono impiegate, in specie nelle attività di laboratorio e nelle esercitazioni.
E' possibile un breve tirocinio curriculare e viene incoraggiato il confronto con istituzioni finanziarie ed assicurative nello svolgimento della tesi di laurea.
Come osservato in precedenza, tutti gli insegnamenti del corso sono impartiti in lingua inglese, al fine di dare al laureato una conoscenza ben più che scolastica della lingua che lo ponga in grado di: leggere testi scientifici o tecnici di pertinenza, comunicare efficacemente i risultati del proprio lavoro, sia in forma scritta che orale, a persone di madrelingua e non, impiegando in modo appropriato i lessici specifici.

Competenze attese

Conoscenza e capacità di comprensione: 

Risultati attesi
I laureati magistrali dimostrano conoscenze e capacità di comprensione che consentono sia di affrontare complessi problemi nel campo finanziario in senso lato, sia di elaborare e applicare idee originali in un contesto di ricerca. Tali
capacità presuppongono l'impiego di strumenti probabilistici e statistici avanzati con comprensione dei concetti, dei loro contesti di applicazione e dei loro limiti.
Essi hanno modo di far propri modelli e tecniche della ricerca finanziaria di frontiera, senza però prescindere dai fondamenti economici che troppo spesso sono ignorati nella pratica finanziaria. Partono da una solida comprensione delle nozioni di equilibrio di un mercato e di non-arbitraggio, dell'economia dell'incertezza e dell'informazione, per arrivare a comprendere intimamente come si ottenga il prezzo di un'attività finanziaria o come se ne identifichi il
livello di rischio, anche in un contesto di instabilità del contesto economico-finanziario.
Verifiche
Esami in forma scritta e orale, che mettono al vaglio la capacità di elaborazione sia di modelli teorici sia di strumenti di calcolo appropriati a rispondere a precise esigenze applicative, comprensivi delle valutazioni delle esercitazioni e simulazioni informatiche e delle tesine su argomenti e strumenti specifici citati.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 

Risultati attesi
Il laureato magistrale acquisisce capacità di applicare conoscenze e comprensione degli argomenti oggetto di studio, che è poi estendibile, per analogia, a qualunque altro argomento, ed a a un contesto economico-finanziario in continua evoluzione; conoscendo la struttura delle aziende sa sviluppare azioni coerenti con la stessa.
Strumenti
La proposta e la richiesta nell'intero corso di studi della comprensione concettuale e applicazione pratica dei concetti e degli strumenti acquisiti. Oltre alla discussione in classe e nelle esercitazioni di problemi più squisitamente applicativi collegati a ciascuna disciplina impartita, è anche prevista nella maggioranza degli
insegnamenti la presenza di moduli, integrati col resto del corso, sull'impiego (del foglio elettronico e) di avanzati pacchetti matematici, statistici, finanziari e attuariali ai fini delle applicazioni pratiche.
Verifiche
Risultati degli esami, valutazione delle discussioni ed esercitazioni, valutazione dei moduli citati all'interno delle valutazioni degli esami.

Autonomia di giudizio: 

Risultati attesi
Il laureato magistrale è autonomamente in grado di costruire e sviluppare argomentazioni logicamente corrette,
con una chiara identificazione di premesse e conseguenze, potendo quindi agevolmente interagire proficuamente
con un apporto critico in gruppi di lavoro.
Strumenti
L'intero corso di laurea enfatizza i metodi logico-induttivi ed i fondamenti concettuali dei modelli utilizzati. Perciò lo
studente viene abituato a fare ragionamenti astratti e trarne le conseguenze pratiche nei problemi che si trova ad
affrontare, sia noti sia nuovi. Ciò avviene nelle parti pratiche die corsi, ovvero laboratori ed esercitazioni, nonché
seminari.
L'autonomia di giudizio e la predisposizione al lavoro di gruppo da parte degli studenti vengono anche affinate
tramite, da un lato, il confronto con colleghi e docenti nel corso de]le previste attività seminariali, dall'altro nella
presenza in alcuni insegnamenti di entrambi i percorsi di relazioni e presentazioni di gruppo obbligatorie su
argomenti pertinenti all'insegnamento.
Verifiche
Risultati delle valutazioni degli esami comprensive delle valutazioni delle relazioni e presentazioni di cui sopra,
nonché le valutazioni della partecipazione alle attività seminariali.

Abilità comunicative: 

I laureati magistrali sono in grado di comunicare idee, problemi, soluzioni del settore, sia da loro elaborati sia
ripresi da altri, a personale specializzato e non, a voce, per iscritto, tramite supporto informatico. In particolare,
conoscono le modalità delle comunicazioni intraaziendali.
Strumenti
Le risposte alle prove degli esami in forma scritta ed orale, la compilazione delle relazioni scritte e la partecipazione
alle successive discussioni previste in alcune discipline e nei relativi insegnamenti, nonché negli esami di profitto e
nella prova finale, danno modo allo studente di sviluppare ed esercitare la sua capacità di comunicazione scritta ed
orale.
Verifiche
Valutazione delle attività su descritte sotto strumenti.

Capacità di apprendimento: 

Risultati attesi
II laureato magistrale in è pienamente in grado nel contesto lavorativo di sviluppare nuovi modelli applicativi, è in
grado di aggiornarsi sia consultando le riviste internazionali del settore, sia partecipando a convegni e seminari
specialistici.
Inoltre è capace di sviluppare nuovi prodotti assicurativi rispondenti a mutate esigenze di mercato, ricavando
stimolo e verifica non solo,dalla lettura di riviste e dalla partecipazione a seminari, ma, in particolare. anche dalla
frequenza delle attività di aggiornamento professionale espressamente richieste e organizzate dall'Ordine Nazionale
degli Attuari.
Se particolarmente dotato e interessato, può proseguire gli studi con profitto in un dottorato di ricerca coerente.
Strumenti
La preparazione che risulta complessivamente dallo sforzo di studio e, più in particolare, dalle
componenti pratiche degli insegnamenti in cui deve organizzarsi per propria iniziativa. Inoltre, avendo seguito tutti i
suoi insegnamenti in lingua inglese e ad un livello elevato di approfondimento.
Verifiche
Risultati complessivi degli esami e, in particolare al loro interno, delle valutazioni delle componenti pratiche di cui
sopra.

Ambiti occupazionali e accesso ad ulteriori studi

La qualifica dà accesso a: M1, M2, DR, corso di specializzazione.

Prova finale

Titolo rilasciato: 

LAUREA DI SECONDO LIVELLO IN QUANTITATIVE FINANCE AND INSURANCE - FINANZA QUANTITATIVA E ASSICURAZIONI / LA QUALIFICA ACCADEMICA ASSOCIATA AL TITOLO E’ QUELLA DI “DOTTORE MAGISTRALE”

Caratteristiche della prova finale: 

La prova finale consiste in una dissertazione scritta elaborata in modo originale, con un apporto personale del
candidato utile per: comprendere, approfondire o innovare un argomento rilevante nell'ambito della disciplina
prescelta; affinare metodi o compiere verifiche
empiriche dove si privilegi il taglio pratico ed applicativo della prova.
Il lavoro avviene sotto la guida di un relatore, su temi collegati alle discipline oggetto di studio della laurea
magistrale e verrà sottoposto a discussione pubblica di fronte ad una Commissioni di docenti.

Questa pagina è stata visitata 2 729 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.