CELLULAR AND MOLECULAR BIOLOGY-BIOLOGIA CELLULARE E MOLECOLARE

Scheda del corso
Anno Accademico di immatricolazione: 
2018/2019
Codice del corso di studio: 
2201M21
Tipo di corso: 
Laurea Magistrale
Classe di laurea: 
LM-6 - Classe delle lauree magistrali in Biologia
Dipartimento di afferenza: 
SCIENZE DELLA VITA E BIOLOGIA DEI SISTEMI
Durata in anni: 
2
Crediti: 
120
Sede didattica: 
TORINO
Lingua: 
Inglese
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso libero

Insegnamenti

Ammissione e iscrizione

Requisiti di accesso (Titoli): 

1 - Titolo straniero
2 - Laurea di Primo Livello
3 - Laurea
4 - Laurea Magistrale
5 - Laurea Specialistica
6 - Laurea
7 - Laurea di Primo Livello
8 - Laurea Magistrale
9 - Laurea Specialistica

Obiettivi formativi

L'obiettivo del Corso di Laurea magistrale in Cellular and Molecular Biology-Biologia Cellulare e Molecolare (BCM) è formare un laureato che abbia una conoscenza approfondita e integrata dei sistemi biologici dal livello molecolare e cellulare fino agli organismi complessi, nonché la capacità di applicare queste conoscenze in specifici settori della biologia applicata quali le biotecnologie, la biomedicina e le neuroscienze. Gli obiettivi formativi specifici di questa Laurea magistrale sono di fornire agli studenti gli strumenti culturali per: - l'iscrizione all'Albo A della professione di Biologo, previo superamento dell'esame di Stato; - l'inserimento in attività professionali e di progetto in Istituti di ricerca fondamentale e applicata, in laboratori di analisi biologiche, pubblici e privati, e nell'industria farmaceutica, nonché in attività di promozione e sviluppo dell'innovazione scientifica e tecnologica e di gestione e progettazione delle tecnologie cellulari e molecolari; - l'accesso alle Scuole di Dottorato di Ricerca di pertinenza, in Italia e all'estero, - l'accesso alle Scuole di Specializzazione delle Facoltà di Medicina e Chirurgia aperte ai laureati della classe. Ai fini indicati, il corso di Laurea sarà articolato in una ampia parte comune e in curricula. La parte comune prevede attività formative finalizzate al completamento della preparazione nelle discipline fondamentali biomolecolari, quali ad esempio la biochimica, la biologia molecolare, la biologia e la fisiologia cellulari, la microbiologia, oltrechè degli strumenti matematici e informatici di supporto. Successivamente le attività formative curricolari specifiche ad orientamento biomolecolare, biomedico e neurobiologico consentiranno agli studenti di approfondire le loro conoscenze e abilità rispettivamente in: - genetica e strutturistica molecolare, biotecnologie cellulari e del DNA ricombinante, bioinformatica e biologia dei sistemi; - nei settori dell'anatomia umana, della fisiologia e della patologia generale con particolare riferimento ai meccanismi patogenetici; - nei settori della neuromorfologia umana e comparata, della neurofisiologia e della neurobiologia cellulare, molecolare e dello sviluppo.
Il percorso formativo sarà erogato in lingua inglese al fine renderlo più attrattivo agli studenti stranieri e consentire agli studenti italiani una formazione professionale più aperta verso il mondo lavorativo e/o scientifico a livello internazionale.
Competenze approfondite in metodologie avanzate, innovative e sperimentali saranno fornite sia dagli insegnamenti curricolari sia dall'ampio spazio dedicato alla preparazione della tesi sperimentale di Laurea che potrà essere svolta sia in Italia sia all'estero nell'ambito di attività di internazionalizzazione e di mobilità degli studenti. Nel loro insieme queste attività forniranno una buona padronanza del metodo scientifico di indagine tale da conferire un buon grado di autonomia nella progettazione e nell'esecuzione di esperimenti scientifici, nonché nell'interpretazione, nella discussione e presentazione dei dati. All'interno di ciascun insegnamento sarà riservato un adeguato spazio per presentare e discutere le implicazioni bioetiche e di impatto sociale e ambientale delle metodologie fornite.
L'attività di tirocinio, ove prevista dai regolamenti curricolari, consisterà in un'esperienza presso laboratori di ricerca, dell'industria o ospedalieri. Questa proposta risponde ai criteri di tuning nazionale stabiliti dal Collegio dei Biologi delle Universita' Italiane (CBUI).

Competenze attese

Conoscenza e capacità di comprensione: 

Il percorso formativo curriculare Neurobiologico raggruppa gli insegnamenti di Neuroanatomia e imaging, Neurobiologia Cellulare, Neurobiologia dello sviluppo, Neuropatologia Sperimentale, Biofisica, Neuroscienze cognitive, Strutturistica di macromolecole e proteomica.

Attraverso queste attività formative curriculari, i laureati in Cellular and Molecular Biology-Biologia Cellulare e Molecolare acquisiscono una preparazione scientifica avanzata nell’ambito delle neuroscienze di base e applicate. Questo obiettivo generale viene raggiunto attraverso un’approfondita conoscenza teorica e operativa di:

strutture anatomiche e funzionali del sistema nervoso;

specializzazioni dell’architettura cellulare di neuroni e glia, le loro modificazioni dinamiche e i rispettivi correlati molecolari e funzionali;

meccanismi cellulari e molecolari del differenziamento nel sistema nervoso durante lo sviluppo e nell’adulto, plasticità e apprendimento;

metodologie di analisi neuro-morfologica qualitativa e quantitativa;

neurobiologia della coscienza, modelli teorici più recenti nell’ambito dei disturbi di consapevolezza spaziale e motoria conseguenti a lesione cerebrale;

meccanismi fisiopatologici alla base dei disturbi neurologici e delle dipendenze;

modelli sperimentali di neuropatologie umane;

Inoltre, al termine del percorso curriculare nell’ambito neurobiologico, i laureati in Cellular and Molecular Biology-Biologia Cellulare e Molecolare avranno acquisito specifiche competenze nella comprensione e analisi critica della letteratura scientifica nei campi delle neuroscienze sperimentali e cliniche.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 

I laureati magistrali in Cellular and Molecular Biology-Biologia Cellulare e Molecolare devono saper applicare competenze multidisciplinari in attività di ricerca, di base o applicata, e in attività produttive o di servizio. In particolare, nei settori: biomolecolare, biotecnologico, biomedico e neurobiologico. Devono saper applicare le loro conoscenze e la loro capacità di comprensione in attività professionali che implicano l'uso di metodologie avanzate, innovative o sperimentali.

Nel percorso formativo, queste capacità sono acquisite attraverso:

attività formative teorico-pratiche comuni che consentono di applicare l’analisi con strumenti bioinformatici, analisi quantitative e qualitative di macromolecole biologiche, abilità nella coltivazione e manipolazione di cellule eucariote e di procarioti, analisi morfologiche e funzionali mediante tecniche microscopiche; attività curricolari specifiche e attività individuali connesse alla preparazione della tesi di laurea.

L'acquisizione di tali competenze è verificata in numerose circostanze durante il percorso formativo mediante la valutazione di:

- relazioni su esercitazioni in laboratorio e in aula, effettuate a piccoli gruppi o singolarmente;

- capacità di analizzare, esporre e discutere dati di letteratura scientifica;

- prove di esame, scritte e orali, che comprendono la presentazione di articoli scientifici, la risoluzione di problemi, l’interpretazione di dati e articoli scientifici simili ma non uguali a quelli discussi a lezione in modo da verificare le effettive capacità di applicare conoscenza e comprensione.

Infine è fondamentale nell’acquisizione della capacità di applicare conoscenza e comprensione, la verifica effettuata durante lo svolgimento delle attività sperimentali e la stesura della tesi di laurea (36 CFU) e nella presentazione e discussione pubblica dei risultati scientifici ottenuti di fronte alla Commissione internazionale di Laurea.

Autonomia di giudizio: 

Nel complesso, indipendentemente dallo specifico curriculum scelto, il percorso formativo dei laureati magistrali in Cellular and Molecular Biology-Biologia Cellulare e Molecolare consente di poter raggiungere la capacità di integrare dati sperimentali o analitici, autonomamente ottenuti o derivati dalla letteratura scientifica, con le conoscenze acquisite in campo biomedico, biomolecolare e neurobiologico, ai fini della formulazione di consapevoli giudizi autonomi che riguardano l'ambito delle attività professionali e che non sono disgiunti da valutazioni sull'impatto sociale ed etico delle loro conseguenze.
Durante il percorso formativo, la verifica dell'abilità di formulare in modo consapevole giudizi in autonomia avviene attraverso la valutazione della capacità di discutere in gruppo o con i singoli Docenti, attraverso la valutazione di elaborati (workshop), relazioni e presentazioni, e, infine, in occasione della preparazione, stesura, e discussione della tesi di laurea.

Abilità comunicative: 

Il percorso formativo dei laureati magistrali in Cellular and Molecular Biology-Biologia Cellulare e Molecolare è organizzato in modo da conferire l'abilità di: • inserirsi efficacemente in gruppi di lavoro, anche multidisciplinari, assumendo responsabilità gestionali;
• elaborare dati avvalendosi di sistemi informatici, di presentarli e discuterli efficacemente, in lingua inglese, in forma scritta e orale; • comunicare in lingua inglese conoscenze biologiche in campo biomolecolare e biomedico a livello divulgativo o specialistico. Durante il percorso formativo, tali capacità sono acquisite attraverso l'analisi e la presentazione di articoli scientifici come attività compresa nella valutazione di profitto di numerosi insegnamenti; con la preparazione di progetti e relazioni nell'ambito delle attività di laboratorio di alcuni insegnamenti; con la preparazione e discussione di relazioni periodiche durante lo svolgimento delle attività sperimentali connesse con la preparazione della tesi di laurea.

Capacità di apprendimento: 

I laureati magistrali in Cellular and Molecular Biology-Biologia Cellulare e Molecolare acquisiscono attraverso attività comuni previste in diversi insegnamenti (laboratori bioinformatici, partecipazione a seminari anche in inglese, discussione metodologica di articoli scientifici recenti) e individuali connesse con la preparazione delle verifiche e con la preparazione della tesi di laurea, le capacità di:
• utilizzare gli strumenti informatici necessari per l'accesso e l'utilizzo della letteratura scientifica in inglese e delle banche dati genomiche, molecolari e strutturali,
• seguire in autonomia lo sviluppo delle tecnologie e delle loro applicazioni nei campi di pertinenza;
• selezionare le informazioni disponibili e valutarne l'attendibilità ai fini di un aggiornamento continuo delle conoscenze.

Ambiti occupazionali e accesso ad ulteriori studi

La qualifica dà accesso a: M1, M2, DR, corso di specializzazione.

Gli ambiti occupazionali dei laureati magistrali in Biologia cellulare e molecolare riguardano tutti quei settori del lavoro e della ricerca dove si sente, e si sentirà in misura sempre crescente nel prossimo futuro, l'esigenza di avere operatori con solide basi teoriche ed applicative nei campi della Biologia cellulare e molecolare.

I laureati Magistrali di questo percorso formativo saranno in grado di svolgere:

- attività di ricerca, fondamentale e applicata, in laboratori di Università, di aziende ospedaliere (IRCCS), di industrie farmaceutiche e di altri Enti pubblici o privati nei campi biomolecolare, biomedico e delle neuroscienze;
- attività professionale in laboratori pubblici e privati di analisi biologiche, microbiologiche, siero-immunologiche, genetiche, biochimiche e citologiche, nonché attività connesse con l'individuazione di agenti patogeni infettanti, il controllo e l'attività di antibiotici, ormoni, sieri e vaccini; e di controllo biologico-molecolare e di qualità.
- attività di promozione e sviluppo dell'innovazione scientifica e tecnologica in campo biologico cellulare e molecolare, nonché di gestione e progettazione delle tecnologie e biotecnologie cellulari e biomediche.

Infine, la preparazione specialistica teorico-pratica cellulare e biomolecolare prepara il laureato all_iscrizione all'Albo A della professione di Biologo, previo superamento dell_esame di Stato, e all_accesso alle Scuole di Dottorato di Ricerca di pertinenza, in Italia e all_estero, nonché alle Scuole di Specializzazione in campo biomedico aperte ai laureati della classe e necessarie per la carriera dirigenziale in ambito laboratoristico pubblico.

Prova finale

Titolo rilasciato: 

LAUREA DI SECONDO LIVELLO IN CELLULAR AND MOLECULAR BIOLOGY - BIOLOGIA CELLULARE E MOLECOLARE / LA QUALIFICA ACCADEMICA ASSOCIATA AL TITOLO E’ QUELLA DI “DOTTORE MAGISTRALE”

Caratteristiche della prova finale: 

La Laurea Magistrale in Cellular and Molecular Biology-Biologia Cellulare e Molecolare si consegue con il superamento della prova finale, che consiste nella preparazione e nella discussione in seduta pubblica, di fronte ad una Commissione giudicatrice, di una Tesi di Laurea. A completamento del processo formativo della LM BCM, un ampio spazio è infatti dedicato alla preparazione della tesi di Laurea. La tesi ha carattere di lavoro originale e sperimentale che corrisponde a un'attività formativa di 39 CFU (pari a 975 ore) comprensivi dello svolgimento di un'attività sperimentale e della preparazione dell'elaborato scritto, e può essere svolta sia in Italia sia all'estero nell'ambito di attività di internazionalizzazione e di mobilità degli studenti. Il periodo di attività di ricerca scientifica, necessario per la preparazione della tesi di Laurea, consente agli studenti non solo di acquisire competenze approfondite in metodologie avanzate, innovative e sperimentali, ma anche una buona padronanza del metodo scientifico di indagine tale da conferire un buon grado di autonomia nella progettazione e nell'esecuzione di esperimenti scientifici, nonché nell'interpretazione, nella discussione e presentazione dei relativi dati. In particolare, la Tesi di Laurea consiste in una relazione scritta della ricerca scientifica svolta dal candidato, in lingua inglese, organizzata secondo i canoni accettati dalla comunità scientifica internazionale, ovvero con descrizione dettagliata e conforme allo standard scientifico dello stato delle conoscenze sull'argomento, la descrizione del problema scientifico affrontato, l'approccio sperimentale utilizzato, la metodologia ed i materiali utilizzati, i risultati ottenuti, completata da una discussione dei risultati e dalla bibliografia citata. La prova finale prevede un periodo di attività di ricerca inerente argomenti coerenti con il percorso formativo della Laurea Magistrale, da svolgersi presso il laboratorio di un Dipartimento Universitario o di un ente esterno pubblico o privato, sia italiani che stranieri, convenzionato con l'Università degli studi di Torino. L'attività sperimentale svolta per la preparazione della prova finale è sotto la responsabilità di un docente della Laurea Magistrale in Cellular and Molecular Biology-Biologia Cellulare e Molecolare o di un docente di altro Corso di Laurea e appartenente a uno dei settori scientifico disciplinari delle attività formative “caratterizzanti” o “affini e integrative” il piano di Studi della Laurea Magistrale. Tale docente, definito Relatore, si assume la responsabilità scientifica dell'attività di ricerca. Le modalità di organizzazione, presentazione e valutazione della Tesi di Laurea vengono pubblicate sul sito del corso di Laurea Magistrale (http://lmbiologia.campusnet.unito.it/do/home.pl/View?doc=LM_BiologiaCell...).

Questa pagina è stata visitata 3 475 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.