ECONOMIA E STATISTICA PER LE ORGANIZZAZIONI

Scheda del corso
Anno Accademico di immatricolazione: 
2019/2020
Codice del corso di studio: 
0402L31
Tipo di corso: 
Laurea
Classe di laurea: 
L-33 - Classe delle lauree in Scienze economiche
Dipartimento di afferenza: 
ECONOMIA E STATISTICA "COGNETTI DE MARTIIS"
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede didattica: 
TORINO
Lingua: 
Italiano
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso libero

Insegnamenti

Ammissione e iscrizione

Requisiti di accesso (Titoli): 

1 - Titolo di Scuola Superiore
2 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Specialistica
3 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Magistrale
4 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea di Primo Livello
5 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea
6 - Titolo di Scuola Superiore e Titolo straniero
7 - Titolo di Scuola Superiore

Obiettivi formativi

Il corso di Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni risponde alla crescente domanda di figure professionali di economisti, manager, analisti e consulenti che abbiano la capacità di gestire dati empirici e coniugarli con un' attenta interpretazione della complessità economica.

Il retroterra culturale in cui nasce il corso è quello dell'economia applicata a problemi di politiche pubbliche e di strategia di impresa che sempre più vengono risolti facendo affidamento alla disponibilità di grandi moli di dati. Nei paesi anglosassoni si parla di “Evidence based economics”. Questo si sposa con la missione e con le competenze del Dipartimento di Economia e Statistica “Cognetti de Martiis”.

Gli obiettivi specifici del corso si riassumono così:
1. Sviluppo di strumenti teorici per comprendere i problemi di natura economica all' interno di istituzioni ed imprese.
2. Sviluppo della capacità di raccolta e analisi di dati per rispondere ai problemi identificati.
3. Sviluppo della capacità di formulare soluzioni sulla base dei dati e di comunicarle correttamente.
4. Sviluppo di soft-skills per il corretto inserimento in impresa e in generale nel mondo del lavoro.

Percorso formativo
Il percorso formativo consta di due fasi. Nella prima, lo studente affronta i corsi base di economia (nelle sue varie declinazioni di Economia Politica e Applicata, SECS-P/01, SECS-P/04, SECS-P/06, Economia aziendale, SECS-P/07, SECS-P/08, SECS-P/11, Politica Economica, SECS-P/02), i corsi base di matematica e statistica (SECS-S/06, SECS-S/01), ed econometria (SECS-P/05), completati da alcuni insegnamenti di natura informatica e giuridica (INF/01, IUS/09, IUS/10). Questi corsi fungono da introduzione alla complessità dei meccanismi dell'economia moderna e forniscono i primi strumenti di analisi dei dati e di modellistica economica. I due aspetti statistico ed economico procedono in modo integrato in quanto le spiegazioni di teoria economica si servono necessariamente di numerosi esempi e verifiche empiriche e l'introduzione degli strumenti statistici sfrutta esempi tratti della teoria economica. Questa impostazione risolve due problemi dell'insegnamento di economia e statistica nella classe L33. Da una parte si aiuta la comprensione della teoria economica con applicazioni a casi descritti da dati reali, dall'altra si motiva lo studio della statistica con concreti problemi di natura economica.
La seconda fase consente allo studente una maggiore scelta tra gli insegnamenti per tener conto dei talenti e delle preferenze individuali. In particolare, lo studente può scegliere tra due percorsi, l'uno che dà più peso alla componente economica applicata e l'altro alla componente statistica (come si evince dall'ampiezza degli intervalli di crediti attribuiti nelle Attività Caratterizzanti ai due ambiti disciplinari Economico, da un lato, e Statistico-matematico, dall'altro, e dall'introduzione di specifiche materie Affini), fermo restando che entrambe le componenti rimangono centrali nella sua preparazione. Per quello che riguarda la parte di economia, gli insegnamenti previsti approfondiscono l'economia applicata da un punto di vista tematico, trattando di economia dell'innovazione (SECS P/02), entrepreneurship (SECS P/06), green-economy (M-GGR/02), politiche dei beni pubblici (SECS P/03), economia del lavoro (SECS-P/01). Gli approfondimenti tematici per la parte di statistica riguardano invece data mining (SECS-S/01), statistica sociale (SECS S/05), demografia (SECS-S/04), valutazione delle politiche pubbliche (SECS-S/03).
Rientrano tra i soft skills le capacità linguistiche ed informatiche. Le conoscenze informatiche sono sviluppate sia impartendo un insegnamento ad hoc (INF/01) che durante lo svolgimento di altri corsi. Molti corsi si servono di strumenti informatici standard (Excel, SPSS) o più sofisticati legati all'analisi economica dei dati come “R” o STATA . Anche le conoscenze linguistiche vengono impartite attraverso un insegnamento specifico (L-LIN/12) sia in altre formei (corsi e seminari in lingua, scambi internazionali).
In questo modo lo studente ha gli strumenti per avere accesso ad alcuni profili professionali di impresa e istituzioni pubbliche che utilizzano i dati, quali (1) tecnici di marketing, analisi di mercato, e customer care, (2) tecnici nel calcolo dei rischi e gestione di investimenti e risparmi, (3) tecnici nell'utilizzo e gestione dei grandi database pubblici come quelli su lavoratori, pensioni, marchi e brevetti, (4) tecnici per le attività di policy, di regolamentazione e di valtuazione delle politiche. In generale, questo percorso formativo garantisce di portare gli studenti al livello VI EQF (European Qualification Framework) e permettere loro di accedere alle figure professionali previste.Oltre a questi profili professionali il naturale sbocco di questa L33 è in una laurea magistrale. Il Dipartimento di Economia e Statistica “Cognetti de Martiis” coordina una laurea magistrale, che rappresenta lo sbocco coerente e naturale per gli studenti laureati nella triennale in “Economia e Statistica per le Organizzazioni”: il corso di studi di Metodi Statistici ed Economici per le Decisioni (LM-82). Inoltre, il Dipartimento gestisce come capofila, in collaborazione con il Dipartimento Interateneo DIST e con quello di ESOMAS, il corso di studi magistrale in Economia dell'Ambiente, della Cultura e del Territorio (LM-56) che offre un'ulteriore opportunità di proseguimento della carriera universitaria consistente con i contenuti e le metodologie apprese nel triennio in “Economia e Statistica per le Organizzazioni”. Infine, la Scuola di Economia e Management dell'Università di Torino presenta diversi corsi di laurea magistrali, anche di matrice aziendale, all'interno dei quali i laureati in “Economia e Statistica per le Organizzazioni” possono completare la loro formazione universitaria.

Competenze attese

Conoscenza e capacità di comprensione: 

Il Corso di Laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni offre agli studenti una solida formazione di base nelle discipline economiche e statistiche, fornendo la padronanza dei modelli della teoria economica, dei metodi empirici matematico-statistici, nonché dei principi di base delle problematiche relative alle imprese e agli istituti dell'ordinamento giuridico. In particolare, attraverso lo studio e l'approfondimento di diverse aree tematiche, lo studente acquisirà la conoscenza delle caratteristiche, attività e obiettivi economici dell'impresa nel suo complesso, così da poter comprendere e prendere decisioni nell'ambito delle scelte a cui le diverse funzioni dell'impresa sono chiamate; acquisirà la conoscenza delle caratteristiche, dell'organizzazione e del funzionamento dei mercati finanziari e del credito, anche in chiave evolutiva e storica, dell'organizzazione dei settori industriali e delle loro dinamiche competitive, dell'attore pubblico e delle principali istituzioni economiche del mercato; e acquisirà, relativamente a tali oggetti di analisi economica, la conoscenza degli strumenti di base per una corretta lettura ed elaborazione dei dati a disposizione, sviluppando le competenze per la raccolta e sistemazione di dati complessi e provenienti da fonti diverse, nonché le competenze per la loro analisi.

Modalità di ottenimento e verifica.
Tali conoscenze e capacità sono acquisite in aula dopo aver frequentato lezioni frontali, esercitazioni, seminari e testimonianze dal mondo del lavoro, e in seguito allo studio individuale dei programmi formativi previsti dagli insegnamenti del corso di studio.
Il raggiungimento delle conoscenze e delle capacità di comprensione viene verificato attraverso verifiche dell'apprendimento in itinere durante le lezioni frontali, attraverso la correzione delle esercitazioni e attraverso esami scritti, orali ed eventualmente attraverso elaborati e brevi saggi.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 

La conoscenza e la comprensione dei fenomeni e dei modelli deve essere rielaborata in modo indipendente dallo studente e poi applicata in situazioni analoghe. Alla fine del corso lo studente sa applicare le tecniche economiche e statistiche apprese a situazioni relativamente diverse e operare facili modifiche a modelli teorici esistenti per ragionare per analogia su nuovi problemi. Questa capacità di applicare tali conoscenze permette allo studente di affrontare futuri corsi magistrali e di aspirare a posizioni dirigenziali nel mondo del lavoro dopo un adeguato periodo di apprendimento.
In particolare, il laureato saprà redigere rapporti e documenti di analisi basati anche su grandi moli di dati all'interno delle diverse aree dell'impresa, padroneggiando il linguaggio e la terminologia aziendale, e avendo una visione d'insieme dell'attività dell'impresa. Potrà inoltre redigere rapporti e analisi di taglio prevalentemente aggregato (macroeconomico e settoriale), gestendo moli complesse di dati provenienti da fonti diverse, tenendo in considerazione l'analisi delle condizioni dell'offerta ma anche quelle dei consumatori ed essendo in grado in tal senso di supportare decisioni a livello macroeconomico e settoriale. Il laureato saprà analizzare, attraverso rapporti e testi complessi, il comportamento delle principali istituzioni economiche, essendo in grado di valutare e intervenire nel processo di policy making. Infine, il laureato sarà in grado di lavorare autonomamente nella ricerca, selezione ed elaborazione di dati a supporto di analisi statistiche, nonché nell'elaborazione di dati aziendali economici e finanziari e nell'utilizzo delle fonti statistiche ufficiali, essendo in gradi di partecipare al processo di costruzione logica di database complessi e architetture informative per la gestione di grandi moli di dati economici, statistici e finanziari provenienti da diverse fonti.

Modalità di ottenimento e verifica.
I lavori di gruppo, le esercitazioni e gli esami sono i momenti nei quali lo studente sviluppa questa capacità. Infatti in queste situazioni allo studente vengono proposti problemi analoghi, ma non identici, a quelli affrontati durante le lezioni frontali o presenti nei libri di testo. Sempre nelle stesse circostanze si insegna allo studente a ripercorrere i processi logici a ritroso, suggerendo l'esistenza di causalità inversa o di variabili nascoste. Anche all'interno dei diversi laboratori e seminari organizzati dal corso di studio vengono sviluppate e testate tali competenze, in particolare attraverso i lavori di gruppo, i lavori applicati a casi concreti e le simulazioni di processi di problem solving in impresa e nelle varie organizzazioni.
La verifica avviene nelle prove specifiche di ogni corso, seminario e laboratorio.

Autonomia di giudizio: 

Risultati attesi
I laureati in Economia e Statistica per le Organizzazioni sono in grado di raccogliere dati, elaborarli e di interpretarli alla luce di teorie economiche. I singoli corsi oltre a fornire tutte le conoscenze della materia di studio danno ampio spazio alla riflessione e alla discussione, allo scopo di stimolare gli studenti a sviluppare un'autonoma coscienza critica attraverso la letteratura economica, l'analisi empirica e la valutazione dei risultati e delle implicazioni.

Modalità di raggiungimento e verifica
I docenti nei singoli corsi danno spazio e creano incentivi alla riflessione e alla discussione. In particolare negli insegnamenti nei settori economici (in particolare SECS P/01 SECS P/02 SECS P/03) viene sottolineata l'esistenza di numerosi modelli alternativi di interpretazione della realtà. La componente statistica (in particolare SECS S/01, SECS S/03, SECS S/05) ed econometria (SECS-P/05) del corso mira ad evidenziare gli strumenti empirici per valutare tali ipotesi concorrenti. Necessariamente sia dall'analisi teorica che da quella empirica lo studente è portato a riconoscere la necessaria complessità del reale e a formulare giudizi di merito e di valore sulle relative problematiche. Gli esami di ogni corso sono pensati in modo da esaltare l'autonomia di giudizio. Le conclusioni nell'elaborato della verifica finale viene principalmente valutato considerando originalità e autonomia di giudizio.

Abilità comunicative: 

Risultati attesi
Il percorso formativo prevede l'apprendimento delle abilità necessarie per presentare in modo logico ed efficace la conoscenza acquisita. Tali abilità devono coprire sia le presentazioni orali sia quelle scritte in forma di relazione scritta.

Modalità di raggiungimento e verifica
Le abilità di presentazione logica vengono affinate nei numerosi insegnamenti sia di base che caratterizzanti che nella maggior parte dei casi sono ad alto contenuto logico e quantitativo. In tali insegnamenti, lo studente acquisisce anche gli strumenti lessicali necessari. L'efficacia della comunicazione rientra invece nei soft-skill che, come specificato nella sezione su obiettivi e percorso formativo, vengono sviluppati sia attraverso gli insegnamenti (Lingua straniera L-LIN/12, Informatica INF/01) sia con altre attività quali Laboratori e Seminari (il CdS ha attivato specificamente un Laboratorio di Business Communication in English) dove gli studenti sono chiamati a lavorare in gruppo e realizzare presentazioni dei lavori svolti, la didattica frontale interattiva, la preparazione agli esami e, per i corsi più avanzati, lavori di gruppo che possono richiedere la stesura di elaborati e l'utilizzo di supporti informatici. La verifica avviene durante la valutazione dei corsi e nella valutazione della prova finale.

Capacità di apprendimento: 

Risultati attesi
Poiché il corso di laurea in Economia e Statistica per le Organizzazioni mette in evidenza la complessità della realtà economica, per suo esplicito obiettivo prepara studenti con gli adeguati strumenti di interpreazione che devono poter essere utilizzati nelle più varie situazioni. Tale capacità di apprendimento sviluppata è sufficiente per accedere ad un'ampia gamma di lauree magistrali nel campo in primis in campo economico, ma anche per entrare in un mondo del lavoro dove ad ogni livello è richiesta la predisposizione alla formazione continua.

Modalità di raggiungimento e verifica
Tali obiettivi sono raggiunti con la creazione di incentivi e vincoli che spingano lo studente a sviluppare la capacità di porsi domande e darne risposta attraverso l'analisi empirica dei dati disponibili e l'astrazione formale. Ciò avviene con lezioni frontali particolarmente interattive e caratterizzate da verifiche in itinere dell'apprendimento, con la richiesta di stesura di elaborati, durante lo studio individuale e durante la stesura del lavoro finale che avviene a stretto contatto di un tutor.
Inoltre il corso di laurea, in particolare per gli insegnamenti a spiccato carattere formale-quantitativo, ha attivato delle esercitazioni, tenuto da tutor ed esercitatori, che affiancano e integrano le lezioni frontali e rappresentano un ulteriore momento di verifica dell'apprendimento.

Prova finale

Titolo rilasciato: 

LAUREA DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA E STATISTICA PER LE ORGANIZZAZIONI / LA QUALIFICA ACCADEMICA ASSOCIATA AL TITOLO E’ QUELLA DI “ DOTTORE”

Caratteristiche della prova finale: 

Dopo aver superato tutte le verifiche delle attività formative incluse nel piano di studio e aver acquisito i crediti previsti, esclusi quelli relativi alla preparazione della prova finale, lo studente, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all'università, è ammesso a sostenere la prova finale, la quale consiste nell'elaborazione di una relazione scritta il cui contenuto approfondisca un argomento coerente con gli obbiettivi formativi del corso di laurea ed una prova orale. Nello spirito del corso, il lavoro può normalmente comprendere una parte teorica ed una empirica. Per sottolineare l'importanza dell'autonomia di giudizio e delle abilità comunicative il lavoro sarà valutato anche per la sua esposizione formale sia scritta che orale e per l'indipendenza scientifica esibita.
Si rimanda al regolamento del corso di studio per le modalità di sostenimento della prova.