SCIENZE ANIMALI

Scheda del corso
Anno Accademico di immatricolazione: 
2019/2020
Codice del corso di studio: 
1707M21
Tipo di corso: 
Laurea Magistrale
Classe di laurea: 
LM-86 - Classe delle lauree magistrali in Scienze zootecniche e tecnologie animali
Dipartimento di afferenza: 
SCIENZE AGRARIE, FORESTALI E ALIMENTARI
Durata in anni: 
2
Crediti: 
120
Sede didattica: 
GRUGLIASCO
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso libero

Insegnamenti

ANIMAL NUTRITION AND FEED SAFETY

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

FILIERE ZOOTECNICHE E QUALITA' DEI PRODOTTI

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Ammissione e iscrizione

Requisiti di accesso (Titoli): 

1 - Laurea
2 - Laurea di Primo Livello
3 - Laurea Specialistica
4 - Laurea Magistrale
5 - Titolo straniero
6 - Laurea
7 - Laurea di Primo Livello
8 - Laurea Specialistica
9 - Laurea Magistrale

Obiettivi formativi

I laureati nei corsi di laurea magistrale della classe devono:
- avere una solida preparazione scientifica, tecnica e operativa negli ambiti disciplinari caratterizzanti la classe;
- avere una solida preparazione culturale di base nei settori specifici, anche in funzione della formazione permanente;
- avere buona padronanza del metodo scientifico di indagine;
- possedere tecniche di laboratorio e di campo sulle fasi dei processi produttivi e sul controllo della qualità nelle filiere mangimistiche e delle produzioni animali, compresa l’acquacoltura;
- essere in grado di svolgere e gestire attività di ricerca, al fine di promuovere e sviluppare innovazione tecnologica e gestionale nei sistemi mangimistici, agro-zootecnici e nei campi della produzione, sostenibilità, trasformazione, valorizzazione qualitativa, economia e commercializzazione dei prodotti di origine animale e delle prestazioni degli animali, inclusi quelli di affezione, da laboratorio, di interesse faunistico venatorio ed acquatici;
- essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, di norma l'inglese, oltre alla lingua madre, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
- essere capaci di esercitare le attività di competenza con ampia autonomia, anche assumendo ruoli manageriali che prevedano completa responsabilità di progetti, strutture e personale.
Ai fini indicati, i curricula dei corsi di laurea magistrale della classe, sulla base delle conoscenze di precedentemente acquisite (nell’ambito dei corsi di studio delle classi L-25, L-38 e affini) prevedono:
- l'acquisizione di conoscenze approfondite (attraverso lezioni frontali e/o formazione a distanza) sulla struttura, fisiologia, benessere, miglioramento genetico, riproduzione ed alimentazione degli animali da compagnia e di interesse zootecnico, compresa acquacoltura; nonché su: sostenibilità dell'allevamento, tecniche di produzione e trasformazione dei prodotti di origine animale, igiene delle produzioni animali, tecnologia, meccanizzazione e ricoveri degli allevamenti, economia delle imprese zootecniche e di trasformazione, mercato delle filiere mangimistiche e delle produzioni animali e gestione delle popolazioni selvatiche e acquatiche;
- attività di laboratorio e/o in azienda agro-zootecnica e/o mangimistica, in particolare dedicate alla conoscenza e pratica di metodiche sperimentali, alle teorie del rilevamento e dell'elaborazione dei dati, oltre all'uso delle tecnologie, agli aspetti informatici e computazionali e ad attività seminariali e tutoriali in piccoli gruppi;
- attività esterne come tirocini formativi presso aziende, studi professionali, associazioni di produttori, strutture della pubblica amministrazione e laboratori in relazione a obiettivi specifici, oltre a soggiorni di studio presso altre università italiane ed europee, anche nel quadro di accordi internazionali;
- l'espletamento di una prova finale con la produzione di un elaborato (tesi di laurea magistrale) in cui vengano riportati i risultati di una ricerca scientifica o tecnologica con approccio critico ed originale;
- conoscenza dei principi e gli ambiti dell'attività professionale e relative normativa e deontologia

La laurea magistrale in Scienze Animali si rivolge sia a quei laureati già attivi nel mondo del lavoro che intendono migliorare la loro posizione professionale sia a coloro che, avendo conseguito una laurea di primo livello, vogliono acquisire una specializzazione nei diversi comparti del settore zootecnico. Il corso di laurea magistrale ha come obiettivo la formazione di un professionista in grado di organizzare al meglio la filiera produttiva destinata a fornire mangimi e prodotti d'origine animale di qualità, tenendo nella dovuta considerazione le esigenze nutrizionali degli animali (da reddito e da compagnia), la qualità e la sicurezza dei mangimi e dei prodotti di origine animale, l'equilibrio ambientale, la difesa ed il recupero della biodiversità animale in ambito zootecnico ed il benessere degli animali. Inoltre, il percorso didattico proposto consente di approfondire gli aspetti legati sia alla gestione nutrizionale degli animali, sia alla gestione dell’azienda mangimistica e di produzione degli alimenti di origine animale dal punto di vista tecnico-qualitativo e di valorizzazione dei prodotti in ambito commerciale. Viene, pertanto, arricchita e/o completata la formazione del laureato nelle classi L-25, L-38 e affini, fornendo gli strumenti necessari per una conoscenza più approfondita e complementare dei processi biologici e dei sistemi produttivi relativi alle specie in allevamento e da compagnia. Un ulteriore impegno è diretto a fornire una visione organica delle conoscenze acquisite, per organizzarle e applicarle in equilibrio con le risorse ambientali esistenti, alla ricerca delle migliori tecniche disponibili per l'allevamento, garantendone la sostenibilità.
Il piano di studi proposto prevede un primo anno con approfondimenti sia sulle materie di base sia su quelle caratterizzanti, e un secondo anno impostato in modo tale da consentire anche una preparazione personalizzata, previa approvazione da parte del CCL, attraverso la scelta di corsi opzionali e alla realizzazione di un tirocinio finale. Il corso sarà erogato con modalità convenzionale e si articolerà su lezioni frontali e/o formazione a distanza ed attività pratiche svolte presso strutture pubbliche e/o private, soggiorni di studio presso altre università italiane e/o straniere anche nel quadro di accordi di collaborazione internazionale.
Il corso di laurea magistrale è erogato sia in lingua italiana sia in lingua inglese, per favorire lo sviluppo di competenze a livello internazionale, anche nella prospettiva di attrarre studenti stranieri.

Competenze attese

Conoscenza e capacità di comprensione: 

Gli obiettivi formativi della laurea magistrale in Scienze Animali consistono nella formazione di esperti nelle filiere mangimistiche e delle produzioni animali, cioè di soggetti che abbiano conseguito un'eccellente conoscenza e capacità di comprensione negli ambiti dell’alimentazione animale, della gestione degli allevamenti e della produzione di alimenti di origine animale, a completamento delle conoscenze acquisite nelle lauree di provenienza. I laureati magistrali saranno in grado di utilizzare la letteratura internazionale, e il grado di conoscenza acquisito includerà numerosi temi d'avanguardia nel proprio campo di studi. Conseguiranno, per esempio, approfondite conoscenze e capacità di comprensione inerenti sia ai meccanismi fisiologici alla base dell’alimentazione animale e dei processi produttivi zootecnici, sia alla gestione sostenibile della biodiversità genetica animale e dei processi produttivi di mangimi e di alimenti di origine animale, al fine di garantire la qualità e sicurezza delle filiere nella prospettiva della “Salute Unica - One Health”.
Le modalità e gli strumenti didattici con cui i risultati attesi vengono conseguiti e verificati prevedono corsi con lezioni frontali, attività seminariali, analisi di pubblicazioni scientifiche, studio dei testi consigliati, esercitazioni di laboratorio e di campo, con successive elaborazioni dei dati raccolti. Al termine dei corsi gli esami di profitto saranno svolti in modo tale da far risaltare l'effettiva conoscenza e comprensione degli argomenti affrontati. Saranno inoltre adottate forme di verifica quali esami orali e scritti ed eventuali prove in itinere su specifici argomenti.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 

Il percorso formativo consentirà al laureato magistrale in Scienze Animali di assicurarsi un bagaglio di competenze trasversali che gli permetterà di relazionarsi con i diversi attori della filiera mangimistica e delle produzioni animali. In particolare, il laureato magistrale presenterà le seguenti competenze:
- pianificazione del lavoro proprio e di gruppo nel contesto della nutrizione e alimentazione animale, agro-zootecnico e delle filiere dei prodotti di origine animale;
- capacità di interpretazione di regolamenti e leggi, di redazione di capitolati, direzione di lavori per gli interventi di gestione a scala aziendale o sovra-aziendale volti al miglioramento produttivo o all'adeguamento di strutture del settore zootecnico e mangimistico;
- capacità di controllo sugli effetti di pratiche di gestione zootecnica relativamente alla qualità dell'ambiente ed alla qualità delle produzioni ottenute, con capacità di individuare carenze, cause e di proporre soluzioni;
- capacità di gestire attività di significato tecnico-dimostrativo.
Le capacità di applicare conoscenza e comprensione saranno conseguite mediante: esercitazioni in aula, in laboratorio e in azienda, studio di casi, tirocini presso imprese e professionisti. Inoltre, alcuni corsi specifici accompagneranno gli studenti all'impiego dei più moderni programmi informatici professionalizzanti. Infine, un ruolo importante sarà svolto dall'elaborazione della tesi di laurea magistrale.
La verifica della capacità di applicazione avverrà attraverso la valutazione, anche in sede di esame, di relazioni scritte sulle esercitazioni svolte, di rapporti di lavoro sui casi analizzati e sui tirocini, di progetti di diverso grado di complessità redatti individualmente o in piccoli gruppi, di elaborati finali realizzati sotto la guida di docenti relatori.

Autonomia di giudizio: 

I laureati saranno in grado di integrare le conoscenze acquisite dai dati sperimentali e dalla letteratura per gestire la complessità delle filiere mangimistiche e delle produzioni animali. Su questa base saranno in grado di formulare giudizi e proposizioni operative, con la consapevolezza delle responsabilità sociali, ambientali, economiche ed etiche collegate all'applicazione delle loro conoscenze.
L'autonomia di giudizio sarà sviluppata attraverso l'interpretazione individuale di articoli scientifici, la partecipazione attiva a seminari, il commento di risultati sperimentali e la discussione di diverse tesi interpretative di un tema.
L'autonomia di giudizio sarà verificata tramite la stesura di relazioni sulle attività e gli argomenti di cui sopra.

Abilità comunicative: 

Il laureato magistrale in Scienze Animali al termine degli studi avrà sviluppato attitudini personali alla comunicazione, al lavoro di gruppo multidisciplinare e capacità di giudizio sia sul piano tecnico ed economico sia su quello etico ed umano. Sarà in grado di utilizzare, in forma scritta e orale, almeno una seconda lingua dell'Unione Europea, con specifico riferimento ai lessici disciplinari. Sarà quindi in grado di rapportarsi proficuamente con i diversi attori della filiera produttiva mangimistica e delle produzioni animali.
Le abilità comunicative saranno coltivate sollecitando gli allievi a presentare oralmente, per iscritto e con l'uso di strumenti elettronici, i propri elaborati individuali.
L'impostazione, l'organizzazione e l'impiego delle diverse tecniche di comunicazione potranno essere oggetto di specifico insegnamento.
Nelle valutazioni degli elaborati individuali e della prova finale la qualità e l'efficacia della comunicazione concorrerà autonomamente alla formazione del giudizio complessivo.

Capacità di apprendimento: 

Le conoscenze acquisite e la familiarità con gli strumenti delle nuove tecnologie consentiranno al laureato magistrale in Scienze Animali di proseguire autonomamente lungo un percorso di educazione permanente, che gli permetterà di rimanere al passo con le richieste di un mondo del lavoro in continua evoluzione. Grazie alle acquisite capacità di rigorosa impostazione scientifica dei problemi del settore, potrà altresì affrontare percorsi formativi di terzo livello, anche in ambito internazionale.
Il progetto formativo del corso di studi sarà arricchito con corsi integrativi e seminari in italiano e inglese, mirati all'aggiornamento delle competenze nutrizionali, agro-zootecniche, dell'innovazione tecnologica, e degli sviluppi di politica economica, allo scopo di aggiornare i contenuti degli insegnamenti già svolti.
La verifica della capacità di apprendimento si svolgerà valutando i rapporti scritti che verranno richiesti al termine delle iniziative di integrazione.

Prova finale

Caratteristiche della prova finale: 

La prova finale consiste nella presentazione di una tesi di laurea magistrale individuale, di carattere sperimentale o progettuale, realizzata in modo autonomo dallo studente nel corso del biennio, con la supervisione di un relatore, e che verterà sull'approfondimento di una delle tematiche affrontate nel corso di studi. Il titolo si consegue con discussione dell'elaborato davanti ad una Commissione appositamente nominata.