TECNICA DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA)

Scheda del corso
Anno Accademico di immatricolazione: 
2019/2020
Codice del corso di studio: 
071719
Tipo di corso: 
Laurea
Classe di laurea: 
L/SNT2 - Classe delle lauree in Professioni sanitarie della riabilitazione
Dipartimento di afferenza: 
SCIENZE CLINICHE E BIOLOGICHE
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede didattica: 
ORBASSANO
Lingua: 
Italiano
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso programmato nazionale

Insegnamenti

Ammissione e iscrizione

Requisiti di accesso (Titoli): 

1 - Titolo di Scuola Superiore
2 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea
3 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea di Primo Livello
4 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Specialistica
5 - Titolo di Scuola Superiore e Laurea Magistrale
6 - Titolo di Scuola Superiore e Titolo straniero

Obiettivi formativi

Lo studente dovrà sviluppare competenze specifiche in riabilitazione psichiatrica attraverso le attività di formazione teorico-pratica che si realizzano presso strutture territoriali e ospedaliere, nello specifi-co:
• capacità di rispondere alle condizioni psico-emotive e comportamentali della sofferenza psi-chica considerata come un momento facente parte di un processo da modificare o recupera-re;
• capacità di attuare l’approccio dinamico e interpersonale nelle varie situazioni al fine di ridurre gli aspetti tutoriali e assistenziali;
• capacità di realizzare progetti interdipartimentali e interdisciplinari al fine di rendere l’intervento professionale efficace e soddisfacente sia sul piano soggettivo che contestualiz-zato nella rete di relazioni tra operatore e utente, gruppo di lavoro, organizzazione e territorio (associazioni di familiari, volontariato, enti locali, servizi socio-assistenziali e altri servizi sani-tari);
• capacità di valutare gli aspetti sociali e culturali al fine di strutturare un intervento che consi-deri la situazione e la storia della persona nella sua globalità;
• capacità di intervenire nelle situazioni complesse collaborando con gli altri professionisti sani-tari di discipline affini alla psichiatria e alla riabilitazione;
• capacità organizzative in ambito formativo;
• capacità di progettare e realizzare interventi di educazione alla salute rivolti alla comunità e interventi di prevenzione anche finalizzati all’autogestione della malattia;
• avendo appreso le basi della metodologia della ricerca, capacità di utilizzare i risultati degli studi realizzati e di promuovere nuove ricerche al fine di migliorare la qualità del trattamento;
• collaborare alla identificazione degli obiettivi di cura e di riabilitazione psichiatrica e alla for-mulazione dello specifico programma di intervento ;
• operare con le famiglie e con il contesto sociale dei soggetti per favorirne il reinserimento nel-la comunità, nonché stabilire e mantenere relazioni di aiuto con la persona assistita e con la sua famiglia applicando i fondamenti delle dinamiche relazionali.

Percorso formativo:
• 1° anno – finalizzato: a offrire le conoscenze di base biomediche e cliniche, all’acquisizione delle competenze professionali di base e a sviluppare le capacità di interazione di gruppo;
• 2° anno – finalizzato: all’approfondimento di conoscenze cliniche e di competenze professio-nali riabilitative in ambito psichiatrico. Sono previsti periodi di tirocinio in diverse strutture di Salute Mentale con obiettivi specifici al fine di approfondire le conoscenze apprese sia in campo clinico che terapeutico e riabilitativo;
• 3° anno – finalizzato: all’approfondimento specialistico e all’acquisizione di conoscenze e me-todologie inerenti l’esercizio professionale e alla capacità di lavorare in équipe. Lo studente sarà impegnato in un percorso individuale di tirocinio e potrà sperimentare una graduale as-sunzione di autonomie e responsabilità. Inoltre, sono previste attività volte all'acquisizione di competenze metodologiche di ricerca scientifica e di management sanitario
Il curriculum formativo, pertanto, prevede l'aumento graduale dal 1° al 3° anno di corso deli numero di CFU assegnati al tirocinio.

Competenze attese

Conoscenza e capacità di comprensione: 

I laureati in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica devono dimostrare conoscenze e capacità di comprensione nei seguenti campi:
• scienze biomediche e cliniche per la comprensione dei processi fisiologici e patologici con-nessi allo stato di salute e malattia delle persone nelle diverse età della vita;
• scienze neuropsichiatriche per la comprensione dei processi psichici nei diversi periodi ed eventi della vita;
• nozioni di base sui meccanismi generali dei processi culturali quale chiave interpretativa sto-rico-culturale dei concetti di normalità, salute, malattia, disabilità, handicap e dell’evoluzione storica dell’assistenza, della cura e della riabilitazione;
• scienze psico sociali e umanistiche per la comprensione delle dinamiche relazionali normali e patologiche e delle reazioni di difesa o di adattamento delle persone a situazioni di disagio psichico e sociale;
• elementi fondamentali sulle funzioni psichiche, sui principali fenomeni psicopatologici e di semeiotica psichiatrica; nozioni sullo sviluppo normale e patologico del bambino, sulle princi-pali forme cliniche e sulle dinamiche relazionali genitore-bambino; nozioni generali relative al-le variabili che attualmente influenzano i bisogni di salute (invecchiamento della popolazione, immigrazione, aumento del disagio in adolescenza, uso e abuso di sostanze) con un partico-lare riferimento alla dimensione riabilitativa;
• le basi psichiatriche della riabilitazione intese nell’ambito della psichiatria clinica e sociale: concetti di salute mentale, psicopatologia, organizzazione dei servizi psichiatrici, caratteristi-che della relazione terapeutica;
• nozioni fondamentali di psicologia e di psicoterapia rilevanti per la riabilitazione psichiatrica, con specifici riferimenti alle principali correnti del pensiero psicologico e alle scuole psicote-rapeutiche; le diverse modalità di approccio della terapia individuale, di gruppo e famigliare; elementi principali di psicodiagnostica e loro rilevanza in campo psichiatrico, clinico e riabilita-tivo;
• scienze etiche, legali e sociologiche per la comprensione della complessità organizzativa del Sistema Sanitario, dell’importanza e dell’utilità di agire in conformità alla normativa e alle di-rettive nonché al rispetto dei valori e dell'etica che si presentano nella pratica quotidiana;
• la comprensione dell’autonomia professionale, delle aree di integrazione e di interdipendenza con altri operatori dell’équipe psichiatrica e della rete dei servizi;
• discipline informatiche e linguistiche anche volte a migliorare l'orientamento e la comprensio-ne della letteratura scientifica.

Metodologie e attività formative, strumenti didattici per sviluppare i risultati attesi:
• lezioni formali;
• lettura guidata e applicazione alla casistica;
• video , immagini , schemi e materiali , grafici;
• costruzione di mappe cognitive;
• discussione di casi;
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi:
• esami scritti e orali;
• prove di casi a tappe;
• project – work;
• report.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 

Il laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica dimostra capacità di applicare conoscenza e comprensione nell’esercizio della sua professione, in particolare:
• integra le conoscenze le abilità e gli atteggiamenti per erogare interventi di riabilitazione sicu-ri, efficaci e basati sulle evidenze;
• utilizza le conoscenze teoriche derivanti dalla psichiatria, dalle scienze psicologiche e sociali e da altre discipline per riconoscere le disabilità correlate a disturbi psichici delle persone in cura nelle varie età e nelle diverse fasi della vita;
• utilizza e integra i diversi modelli teorici di riferimento nella pratica riabilitativa per facilitare la crescita, lo sviluppo, la consapevolezza e l'empowerment della persona con disturbo psichico al fine di promuovere la migliore qualità di vita possibile;
• è responsabile del proprio operato nel fornire e valutare gli interventi terapeutico riabilitativi in conformità agli standard professionali di qualità e considera le indicazioni legali e le respon-sabilità etiche così come i diritti della persona assistita;
• interpreta e applica i risultati della ricerca alla pratica riabilitativa e ne collega i processi allo sviluppo teorico della disciplina;
• partecipa con l’équipe alla realizzazione del progetto individuale terapeutico riabilitativo nelle sue diverse fasi: identificazione dei problemi, scelta delle priorità, individuazione degli obiettivi riabilitativi, scelta e attuazione degli interventi in relazione alle competenze professionali, in-dividuazione dei criteri e sistemi di valutazione dei risultati raggiunti;
• partecipa con l’équipe multiprofessionale alla valutazione dei risultati raggiunti nel processo terapeutico riabilitativo
• facilita lo sviluppo di un ambiente sicuro per l’assistito nei diversi contesti di cura, assicurando costante attenzione e vigilanza;

Metodologie e attività formative, strumenti didattici per sviluppare i risultati attesi:
• lezioni formali;
• lettura guidata e applicazione;
• video, immagini, schemi e materiali, grafici;
• costruzione di mappe cognitive;
• discussione di casi;
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi:
• esami scritti e orali;
• prove di casi a tappe;
• project – work;
• report.

Autonomia di giudizio: 

Il laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica evidenzia autonomia di giudizio nell’esercizio della sua attività professionale, in particolare:
• riconosce il valore terapeutico della relazione coi familiari della persona assistita e condivide gli obiettivi del percorso di cura con tutte le figure coinvolte (il paziente, la famiglia, l’équipe, gli altri servizi sanitari e socio-assistenziali, le risorse presenti nel territorio di riferimento);
• partecipa alle decisioni assistenziali e riabilitative e agisce in coerenza con le dimensioni le-gali, etiche e deontologiche che regolano l'organizzazione sanitaria e la responsabilità pro-fessionale;
• contribuisce ad organizzare l'assistenza riabilitativa globale attraverso l'utilizzo appropriato delle risorse a disposizione assicurando l’unitarietà, la continuità e la qualità degli interventi;
• analizza e risolve i problemi di propria competenza considerandone la complessità, affronta con padronanza gli imprevisti adottando le soluzioni opportune.

Metodologie e attività formative, strumenti didattici per sviluppare i risultati attesi:
• lezioni formali;
• apprendimento basato sui problemi (PBL);
• video, immagini, schemi e materiali, grafici;
• esercitazioni con giochi di ruolo;
• discussione di casi;
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi:
• esami scritti e orali;
• prove di casi a tappe;
• report.

Abilità comunicative: 

Il laureato in Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica esprime abilità comunicative nei rapporti inter-personali, in particolare:
• stabilisce e mantiene relazioni efficaci con la persona assistita, con la sua famiglia e/o con le persone che s’interessano di quell’utente, adotta atteggiamenti che favoriscono la relazione con la persona;
• dimostra abilità comunicative efficaci con utenti diversi per cultura e stile di vita, riconosce le caratteristiche di un rapporto di fiducia e le applica nella relazione professionale;
• realizza interventi di educazione alla salute mentale rivolti a persone singole o a gruppi ed in-terventi di educazione terapeutica finalizzati all’autogestione del disturbo, del trattamento e della riabilitazione;
• opera con le famiglie e con il contesto sociale dei soggetti per favorirne il reinserimento nella comunità, attraverso relazioni di aiuto con la persona assistita e la sua famiglia applicando i fondamenti delle dinamiche relazionali;
• si attiva per favorire il coinvolgimento del care giver nel processo terapeutico riabilitativo ridu-cendo eventuali barriere fisiche, psichiche o relazionali;
• partecipa attivamente alle riunioni e alle attività del servizio portando il proprio contributo di conoscenza ed esperienza

Metodologie e attività formative, strumenti didattici per sviluppare i risultati attesi:
• lezioni formali;
• video film;
• simulazioni e giochi di ruolo;
Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi:
• esami scritti e orali;
• prove di casi a tappe;
• report.

Capacità di apprendimento: 

Il Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica deve saper riflettere sulla propria esperienza ed incremen-tare le proprie competenze. Per allenare e affinare questa abilità, già durante il percorso formativo lo studente:
• sviluppa capacità di coping al fine di gestire situazioni complesse derivanti dallo studio e dall’attività pratica, quale fonte di nuovi apprendimenti;
• sviluppa la capacità di porsi interrogativi in relazione all’esercizio della propria attività, formu-lando domande pertinenti nei tempi, nei luoghi e agli interlocutori di riferimento;
• dimostra la capacità di ricercare con continuità le opportunità di autoapprendimento;
• assume responsabilità per il proprio sviluppo professionale e per rispondere alla continua e-voluzione delle conoscenze in campo scientifico, clinico e riabilitativo;
• dimostra capacità di studio e utilizza metodi di ricerca delle evidenze efficaci e pertinenti;

Metodologie e attività formative, strumenti didattici per sviluppare i risultati attesi:
• apprendimento basato sui problemi (PBL);
• uso di mappe cognitive;
• utilizzo di contratti e piani di autoapprendimento al fine di responsabilizzare lo studente nella pianificazione del suo percorso di tirocinio e nell’autovalutazione;
• laboratori di metodologia della ricerca bibliografica online e cartacea

Strumenti di valutazione per accertare il conseguimento dei risultati attesi:
• esami scritti e orali;
• project – work;
• report.

Ambiti occupazionali e accesso ad ulteriori studi

La qualifica dà accesso a: LM, M1.

Il Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica svolge la propria attività professionale presso strutture e servizi sanitari pubblici o privati nello specifico:
• Centri di Salute Mentale
• Psichiatria – Area Residenziale
• Psichiatria – Area Semiresidenziale
• Psichiatria – Area Urgenza ed Emergenza
• Ospedali Psichiatrici Giudiziari
• Servizi per le Dipendenze
• Servizi di Neuropsichiatria Infantile e dell'Adolescenza
• Area Disabilità
• Area Geriatrica
• Servizi di Neurologia
• Servizi di Psicologia Clinica
• Area della Prevenzione, della Formazione e della Ricerca

Prova finale

Titolo rilasciato: 

LAUREA DI PRIMO LIVELLO IN TECNICA DELLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA / LA QUALIFICA ACCADEMICA ASSOCIATA AL TITOLO E’ QUELLA DI “ DOTTORE”

Caratteristiche della prova finale: 

L'esame finale di laurea, con valore di esame di stato abilitante ex art. 7 del D.I. 19 febbraio 2009, consiste in una prova per la dimostrazione di abilità tecniche e professionali e nella redazione di un elaborato di natura teorico pratica. Il contenuto della tesi deve essere inerente a tematiche riabilitative psichiatriche o discipline strettamente correlate. È prevista la possibilità per lo studente di redigere l'elaborato in lingua inglese. La prova di abilità tecnica e professionale ha un peso di 1 CFU ed è valutata con un giudizio di Idoneo/Non idoneo, ed è propedeutica alla discussione dell'elaborato. L'elaborazione di tale elaborato ha un peso di 5 CFU.
La valutazione finale è espressa in /110, ed è così composta:
-50% media matematica degli esami di profitto;
-50% media matematica degli esami di tirocinio;
-da 0 a 6 punti per l'esame finale.
La commissione può attribuire la Lode a curriculum meritevoli.