PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI E FORMATIVI

Scheda del corso
Anno Accademico di immatricolazione: 
2019/2020
Codice del corso di studio: 
006507
Tipo di corso: 
Laurea Magistrale
Classe di laurea: 
LM-50 - Classe delle lauree magistrali in Programmazione e gestione dei servizi educativi
Dipartimento di afferenza: 
FILOSOFIA E SCIENZE DELL'EDUCAZIONE
Durata in anni: 
2
Crediti: 
120
Sede didattica: 
TORINO
Lingua: 
Italiano
Tipo di accesso: 
Corso ad accesso libero

Insegnamenti

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Ammissione e iscrizione

Requisiti di accesso (Titoli): 

1 - Laurea
2 - Laurea di Primo Livello
3 - Laurea Specialistica
4 - Laurea Magistrale
5 - Titolo straniero
6 - Laurea
7 - Laurea di Primo Livello
8 - Laurea Magistrale
9 - Laurea Specialistica

Obiettivi formativi

Il percorso formativo del Corso di Laurea Magistrale in Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi, articolato in un unico percorso didattico senza la suddivisione in curricula o indirizzi, promuove un'avanzata e qualificata formazione teorico-pratica nell'ambito delle discipline delle scienze dell'educazione e della formazione, inerenti ai settori dell'analisi, progettazione ed intervento educativo, nonché della programmazione e organizzazione delle risorse formative e dei servizi educativi.
L'organizzazione didattica, finalizzata al raggiungimento degli obiettivi formativi specifici sotto descritti e coerentemente con la tabella delle attività formative, è stata articolata per anno. La progressione cronologica privilegia nel primo anno le discipline degli ambiti caratterizzanti il percorso. Il secondo anno amplia la formazione fornendo una preparazione specificatamente mirata agli sbocchi professionali mediante discipline degli ambiti affini e integrative. Prevede, accanto alla didattica disciplinare frontale e seminariale la progettazione di moduli interdisciplinari costruiti con un approccio di didattica per problemi e di project work.
La verifica del raggiungimento degli obiettivi formativi specifici avverrà attraverso prove scritte e/o orali connesse ai programmi degli esami e delle altre attività formative. Inoltre verranno proposte eventuali modalità di accertamento del raggiungimento degli obiettivi che implichino forme di rielaborazione critica e personale, quali relazioni e/o progetti.

Il percorso formativo è finalizzato al raggiungimento dei seguenti obiettivi specifici:
1. sviluppare un'approfondita conoscenza delle epistemologie dell'educazione e della formazione, e più in generale delle scienze umane, con particolare riguardo alle discipline pedagogiche, psicologiche, sociologiche inerenti l'organizzazione e la gestione dei servizi e dei sistemi educativi;
2. maturare abilità avanzate nella gestione dei processi della progettazione educativa e formativa, finalizzata allo sviluppo di culture professionali e organizzative;
3. saper effettuare una precisa ed articolata analisi del contesto sociale e culturale del territorio per individuarne le trasformazioni ed i bisogni educativi manifesti e latenti;
4. consolidare abilità progettuali nella prospettiva dell'integrazione di persone disabili, della prevenzione del disagio e della marginalità;
5. saper elaborare, coordinare e supervisionare progetti educativi e formativi ed applicare adeguate metodologie di verifica e valutazione dei processi e degli interventi educativi;
6. maturare competenze in merito alla progettazione e realizzazione di programmi di ricerca e di intervento in riferimento ai principali settori dei servizi, pubblici e privati, profit e no profit;
7. sviluppare elevate capacità di progettazione di interventi di rete nell'ambito del coordinamento territoriale dei servizi;
8. maturare avanzate competenze in merito ai diversi metodi della ricerca qualitativa e quantitativa, della ricerca sul campo, della ricerca-intervento e della ricerca formativa;
9. sviluppare approfondite cognizioni giuridiche in merito al quadro normativo vigente europeo, nazionale e regionale dei campi di propria competenza, inclusi gli aspetti etici e deontologici legati ai servizi alla persona;
10. sviluppare abilità e conoscenze in ordine a programmi di finanziamento pubblico nazionale e/o comunitario, e rispetto ad azioni finanziate da privati;
11. sviluppare elevate capacità di formazione e gestione degli operatori nel lavoro di équipe.

Il raggiungimento degli obiettivi formativi specifici descritti fornisce ai laureati magistrali in Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi qualificate conoscenze pedagogiche, psicologiche e sociologiche e competenze di progettazione educativa e formativa riconosciute come qualificanti i ruoli e gli ambiti professionali di destinazione del corso di laurea elencati nella sezione "Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati". Nello specifico della laurea magistrale in Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi si sottolineano come particolarmente congruenti con gli sbocchi occupazionali indicati gli obiettivi formativi specifici finalizzati alla conoscenza delle esigenze educative del territorio, al coordinamento e progettazione di interventi educativi e formativi.

Competenze attese

Conoscenza e capacità di comprensione: 

- Sicuro possesso delle logiche e delle strategie di ricerca in ambito formativo.
- Elevata conoscenza e comprensione dei fenomeni socio-educativi e formativi e delle possibili strategie di risposta, delle modalità di verifica e di valutazione.
- Conoscenza e comprensione delle trasformazioni del mercato del lavoro, delle relative politiche attive a livello locale e nazionale e delle normative italiane ed europee.
- Conoscenza e comprensione delle diverse forme di complessità sociale e culturale.
- Sicuro possesso dei fondamenti teorico-concettuali e dei linguaggi scientifici in campo psicologico applicati al contesto sociale, professionale e di gruppo.
- Approfondita conoscenza della teoria e della metodologia atte ad analizzare i bisogni formativi ed educativi dei singoli e dei gruppi.
- Conoscenza delle principali caratteristiche della valutazione della qualità nei servizi alla persona e dei fondamenti teorici per elaborare, se necessario, progetti di revisione della qualità.
- Sicuro possesso dei fondamenti teorico-concettuali e del linguaggio scientifico in campo economico e giuridico.
- Conoscenza e comprensione del mercato del lavoro, della relativa domanda e offerta di lavoro.
- Cognizioni giuridiche in merito al quadro normativo europeo, nazionale e regionale con particolare riferimento al settore dei servizi alla persona e alla comunità.

Le modalità di lavoro didattico con cui tali risultati saranno perseguiti consisteranno in attività laboratoriali, seminari di approfondimento e produzione, singolarmente o in gruppo, di elaborati degli studenti.
La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso prove scritte e/o orali, anche in itinere, connesse ai programmi degli esami e delle attività formative.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 

- Elaborare progetti di ricerca in campo formativo.
- Utilizzare in modo critico gli elementi di conoscenza teorica e metodologica per risolvere problemi di area educativa e formativa.
- Progettare e organizzare forme di apprendimento collaborativo.
- Saper applicare gli strumenti e le competenze necessarie per analizzare e gestire le complesse interazioni con la differenza e per progettare interventi volti a favorire forme di cooperazione e modalità comunicative efficaci.
- Saper applicare, dal punto di vista psicologico, la conoscenza dei principi teorici e metodologici per realizzare e valutare progetti di ricerca e di intervento.
- Progettare interventi di miglioramento della qualità di un servizio rivolto alla persona.
- Saper interpretare i dati del sistema socio-economico di riferimento e valutare, dal punto di vista economico, progetti formativi/educativi.
- Saper analizzare in modo critico la realtà politico-istituzionale e comprendere le problematiche relative alla disciplina dei diritti sociali e dei servizi alla persona.

Le modalità di lavoro didattico con cui tali risultati saranno perseguiti consisteranno in attività laboratoriali, seminari di approfondimento e produzione, singolarmente o in gruppo, di elaborati degli studenti.
La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso prove scritte e/o orali, anche in itinere, connesse ai programmi degli esami e delle attività formative. Verranno inoltre proposte modalità di accertamento dell'apprendimento volte a verificare la capacità di applicare conoscenza e comprensione attraverso la stesura di relazioni o progetti formativi.

Autonomia di giudizio: 

- pianificare e gestire interventi educativi e formativi, utilizzando le conoscenze avanzate e le competenze acquisite, esplicitando chiaramente le ipotesi di lavoro formulate e la metodologia utilizzata;
- monitorare efficacemente l'intervento educativo e formativo, stimando la coerenza del suo andamento rispetto al progetto formulato e alle dinamiche del contesto di attuazione;
- saper gestire le competenze professionali con particolare attenzione agli aspetti etico-deontologici delle professioni educative e ai temi dell'interdisciplinarietà delle problematiche analizzate.
Le modalità di lavoro didattico con cui tali risultati saranno perseguiti consisteranno in seminari di approfondimento, pratiche di simulazione e produzione di elaborati degli studenti.
La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso prove scritte e/o orali connesse ai programmi degli esami e delle altre attività formative. Inoltre verranno proposte anche modalità di accertamento dell'apprendimento volte a stimolare un lavoro che implichi forme di rielaborazione critica e personale di progetti.

Abilità comunicative: 

- comunicare in forma critica l'analisi delle situazioni educative e dei bisogni formativi, le ipotesi di intervento esplicitando i modelli teorici di riferimento, gli esiti dei processi di monitoraggio e i risultati delle valutazioni;
- elaborare progetti di intervento esplicitando in maniera efficace obiettivi, ipotesi, metodologia e strumenti di valutazione;
- possedere una terminologia specifica, pertinente al proprio ambito di intervento e comprendere i lessici delle altre discipline;
- interagire con le professionalità affini.
Le modalità di lavoro didattico con cui tali risultati saranno perseguiti consisteranno in seminari di discussione, attività di esercitazione e di soluzione dei problemi.
La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso prove scritte e/o orali, connesse ai programmi degli esami e delle attività formative. Inoltre verranno proposte modalità di accertamento dell'apprendimento volte a stimolare un lavoro che implichi forme di elaborazione critica e personale quali relazioni o progetti.

Capacità di apprendimento: 

- acquisire strategie finalizzate all'apprendimento autonomo in modo da ampliare l'insieme delle conoscenze e rielaborarle in modo flessibile e funzionale alle esigenze di osservazione e di lavoro progettuale;
- acquisire conoscenze articolate e nuove competenze attraverso la riflessione e la rielaborazione di attività educative e formative, anche con riferimento alla letteratura contemporanea nazionale ed internazionale;
- saper svolgere attività di analisi e programmazione all'interno di équipes multi-professionali.
Le modalità di lavoro didattico con cui tali risultati saranno perseguiti consisteranno in seminari di discussione, attività di esercitazione e di soluzione dei problemi.
La verifica dell'apprendimento avverrà attraverso prove scritte e/o orali, connesse ai programmi degli esami e delle attività formative. Inoltre verranno proposte modalità di accertamento dell'apprendimento volte a stimolare un lavoro che implichi forme di elaborazione critica e personale quali relazioni o progetti.

Prova finale

Titolo rilasciato: 

LAUREA DI SECONDO LIVELLO IN PROGRAMMAZIONE E GESTIONE DEI SERVIZI EDUCATIVI E FORMATIVI / LA QUALIFICA ACCADEMICA ASSOCIATA AL TITOLO E’ QUELLA DI “DOTTORE MAGISTRALE”

Caratteristiche della prova finale: 

La prova finale consiste nella elaborazione, redazione, presentazione e discussione individuale di una tesi scritta su un argomento a carattere teorico o applicativo, elaborata in modo originale e coerente rispetto agli obiettivi specifici della laurea magistrale, sotto la guida di uno o più docenti relatori, su tematiche riconducibili alle discipline sostenute dallo studente nel suo percorso formativo. Alla prova finale è attribuito un numero di CFU pari a 9.