SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE DIGITALE | Università di Torino

SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE DIGITALE

Scheda del corso
Anno Accademico di immatricolazione: 
2021/2022
Codice del corso di studio: 
0705L32
Tipo di corso: 
Laurea
Classe di laurea: 
L-16 - Classe delle lauree in Scienze dell'amministrazione e dell'organizzazione
Dipartimento di afferenza: 
GIURISPRUDENZA
Durata in anni: 
3
Crediti: 
180
Sede didattica: 
TORINO
Lingua: 
Italiano

Insegnamenti

Anno di corso: 1

Anno di corso: 2

Anno di corso: 3

Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione digitale (la cui caratteristica fondamentale è l'erogazione degli insegnamenti "a distanza" attraverso le modalità della didattica FaD), nasce principalmente dall'esigenza di rispondere alla domanda di coloro (in specie lavoratori e lavoratrici/mamme), i quali non riescono a frequentare le lezioni a causa dei loro impegni lavorativi e/o di famiglia, perché residenti fuori Torino ma eventualmente anche alle esigenze di chi ritenga di volersi giovare di un aiuto forte nella preparazione degli esami. In questo campo, l'Università di Torino ha maturato una importante esperienza, avviata dall'anno accademico 2001/2002 e consolidata negli anni successivi. In particolare, il singolo insegnamento a distanza può includere più moduli/classe, che comprendono un numero contenuto di studenti. Si tratta di una erogazione On Line in modalità sincronica e diacronica: la fruizione di ogni singolo insegnamento a distanza non è a progressione individuale ma inquadrata in classi e può includere più moduli/classe, che comprendono un numero contenuto di studenti. Il Corso di Laurea utilizza una piattaforma informatica che consente di documentare tutte le attività svolte on line (accessi, svolgimento esercizi, forum e le relative valutazioni) utili per poter agevolare la fruizione di appositi permessi di studio. Resta fermo il principio per cui le prove intermedie e l’esame finale contribuiscono alla definizione del voto finale, che si basa su una prova in aula.
Il Corso di Laurea in Scienze dell'Amministrazione Digitale è teso a formare professionisti che abbiano capacità di analizzare il sistema sociale e i sistemi organizzativi nelle amministrazioni pubbliche e private secondo una prospettiva multidisciplinare capace di intercettare i molti profili oggi richiesti dall’innovazione digitale. Per realizzare questi obiettivi, il Corso di Laurea integra competenze diverse: economiche, giuridiche, sociologiche, politico-istituzionali e organizzativo-gestionali legate alla disciplina delle organizzazioni complesse, pubbliche e private e volte a conferire capacità di analisi del sistema sociale, di interazione con i lavoratori, di declinazione delle competenze in relazione all'ambito lavorativo di destinazione.
In altri termini, il laureato in Scienze dell'amministrazione digitale acquisisce le competenze necessarie per:
- operare con efficacia all'interno di strutture pubbliche o private interpretando, applicando e promovendo l’innovazione, anche digitale, e il cambiamento nell'amministrazione e organizzazione di enti con o senza scopo di lucro, ponendo la crescita delle risorse - umane e organizzative - quale base di modelli organizzativi flessibili;
- operare con efficacia nel mercato del lavoro, cooperando all'organizzazione del lavoro in enti pubblici e privati, in organizzazioni del terzo settore e nelle imprese alla luce delle cognizioni giuridiche, socio-organizzative ed economiche acquisite;
- gestire all'interno di qualunque struttura pubblica o privata le risorse umane, le relazioni con il personale e con le organizzazioni sindacali, secondo i moduli delle organizzazioni complesse, sulla base di conoscenze approfondite della disciplina giuridica del lavoro, pubblico e privato, del diritto della previdenza sociale, del diritto sindacale, del diritto dell’immigrazione, del diritto commerciale, dell’economia industriale, della sociologia dell’organizzazione con attenzione ai profili di innovazione digitale che oggi sempre più permeano ciascuno ambito;
- interpretare il cambiamento e l'innovazione digitale e organizzativa in contesti istituzionali molteplici: pubblici, privati, del terzo settore, ponendo particolare attenzione allo sviluppo economico, sociale e civile del territorio di riferimento.
DESCRIZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO
Per soddisfare gli obiettivi prima enunciati, il Corso di laurea intende offrire agli studenti, all'interno delle Attività caratterizzanti, come delle Attività formative affini o
integrative, per i diversi ambiti disciplinari, la possibilità di optare tra diversi settori scientifico disciplinari. Il Corso di Laurea propone una formazione di base indispensabile e gli esami che ne esprimono l'interdisciplinarità sono: Economia politica, Sociologia generale, Storia contemporanea, Istituzioni di diritto pubblico, Diritto privato, Storia del pensiero politico. Durante gli anni successivi gli studenti possono definire il proprio percorso di studio seguendo un tracciato che affianca insegnamenti
caratterizzanti bloccati ad altri insegnamenti a scelta degli studenti
Tutti i laureati devono conoscere una lingua straniera a scelta tra l'inglese e il francese.

Competenze attese

Conoscenza e capacità di comprensione: 

Il corso di laurea fornisce conoscenze utili alla comprensione e all'analisi delle organizzazioni complesse, a carattere pubblico e privato, formando laureati capaci di conoscere, analizzare e comprendere il sistema sociale, i sistemi organizzativi e i meccanismi di funzionamento delle organizzazioni complesse, pubbliche e private, e i criteri in base ai quali le imprese assumono le decisioni strategiche e organizzative anche grazie all'utilizzo di metodologie di studio all'avanguardia, secondo una prospettiva multidisciplinare capace di intercettare i molti profili oggi richiesti dall’innovazione digitale.
In particolare, i laureati apprendono le basi dell'ordinamento giuridico, del sistema economico e delle scienze politologiche e sociologiche indispensabili per apprendere a utilizzare gli strumenti necessari per l'aggiornamento e l'approfondimento, anche autonomo, di singoli argomenti.
La preparazione di base fornita al primo anno, ove è affrontato lo studio delle discipline fondamentali in ambito economico, giuridico, sociologico e storico, è completata negli anni successivi con l'approfondimento delle discipline necessarie a comprendere il funzionamento delle organizzazioni complesse (es. diritto commerciale, diritto amministrativo, diritto del lavoro, analisi delle politiche pubbliche, economia industriale, scienze delle finanze, ecc.).
Lo studente acquisisce tali conoscenze e capacità grazie allo studio delle lezioni in modalità on line caricate sulla piattaforma Moodle del corso di laurea: oltre a dispense, schede di lettura, slides, sono offerti files audio e audio-video. Le conoscenze così apprese sono verificate in modalità interattiva mediante la somministrazione di esercitazioni, studi di caso e test di autovalutazione, cui si accompagna l'interazione costante con docenti e tutor su forum e chat.
Le conoscenze così apprese sono verificate in itinere mediante la somministrazione delle esercitazioni e verificando la partecipazione degli studenti e in sede di esame finale (in presenza) in forma scritta od orale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: 

I laureati possiedono conoscenze adeguate sia per ideare e sostenere argomentazioni che per risolvere problemi complessi attraverso un approccio professionale al lavoro e grazie all'acquisizione della capacità di utilizzo di strumenti metodologici e di contenuto innovativi forniti dal corso di laurea. I laureati sanno individuare le competenze necessarie alla soluzione dei problemi e sono capaci di condurre in autonomia gli approfondimenti necessari.
La capacità di applicazione delle conoscenze apprese è testata mediante la somministrazione di esercitazioni e studi di caso attraverso la piattaforma on line. In particolare, possono essere somministrati agli studenti notizie tratte dalla stampa quotidiana con richiesta di analisi scritta e collaborativa (su forum) secondo le nozioni apprese, testimonianze, documenti tratti dalla pratica delle organizzazioni complesse (atti amministrativi, statuti societari, documenti processuali, bilanci, ecc.).
In taluni casi si richiede altresì agli studenti di completare documenti somministrati via web o di ricercare nelle banche dati specializzate elementi utili a offrire soluzioni

Autonomia di giudizio: 

I laureati hanno la capacità di raccogliere e interpretare i dati (normalmente nel proprio campo di studio) oggi sempre più raccolti nelle forme dei big data, degli algoritmi, della blockchain, dei data lake, degli open data, ritenuti utili a determinare giudizi autonomi, inclusa la riflessione su temi sociali, scientifici o etici ad essi connessi (Dublino). Il presente corso di studi ritiene indispensabile che i propri laureati possiedano:
- capacità di utilizzare le proprie conoscenze adattandole alla specifica realtà lavorativa;
- capacità di utilizzare la propria formazione interdisciplinare per affrontare le tematiche economico, sociali e civili legate allo sviluppo del territorio di riferimento;
- capacità di partecipare, ma anche di gestire e coordinare gruppi di lavoro;
- capacità di gestire e combinare risorse per il raggiungimento degli obiettivi;
- capacità di prendere decisioni assumendosene la responsabilità.
Le modalità attraverso cui tali obiettivi saranno raggiunti si basano essenzialmente sulla partecipazione attiva ai gruppi di analisi di casi di studio strutturati in modo che siano evidenziate le capacità critiche e di leadership degli studenti.

Abilità comunicative: 

I laureati devono essere in grado di comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti (Dublino). Il Corso di studi fornisce capacità di comunicare presentare e discutere, in modo chiaro, dettagliato e esauriente, anche a destinatari non specialisti, il contenuto della propria attività lavorativa, oltre a proposte e suggerimenti per innovare l'ambiente lavorativo in cui opera.
Lo strumento che si ritiene più adeguato a questo scopo è la partecipazione all'esperienza di stages formativi in ambito pubblico o privato, oltre alla rielaborazione critica e guidata dell'esperienza acquisita sul lavoro specialmente in occasione dell'elaborazione della prova finale.
Tali conoscenze saranno verificate nel corso degli stage formativi dai tutor preposti.

Capacità di apprendimento: 

I laureati devono aver sviluppato quelle capacità di apprendimento che sono loro necessarie per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia (Dublino). L'obiettivo del Corso di studi non consiste nella sola erogazione di contenuti nei vari ambiti disciplinari, ma anche nel fornire agli studenti un metodo di studio e un approccio all'apprendimento che stimoli la loro capacità critica e costituisca la base per successivi studi (laurea magistrale, master). La didattica on line consente inoltre di modulare e personalizzare l'apprendimento offrendo approfondimenti settoriali a coloro che siano particolarmente interessati a temi specifici, anche in vista della prosecuzione degli studi.
Tali conoscenze saranno verificate attraverso prove scritte e orali al termine dei corsi.

Prova finale

Caratteristiche della prova finale: 

La prova finale consiste alternativamente in una tesi o in un elaborato conclusivo, secondo le modalità previste per le prove finali dei Corsi di studio triennali del Dipartimento di Giurisprudenza. Il contenuto della relazione può essere molto vario. A titolo esemplificativo, potrà consistere nell'inquadramento dello stato della questione e nella rassegna critica della letteratura scientifica relativa ad un argomento circoscritto; in un saggio breve di ricerca originale; c) in un progetto di massima relativo all'impostazione di un'indagine sociologica, economica, giuridica, storica o pertinente a un altro settore scientifico disciplinare tra quelli di afferenza degli insegnamenti erogati, o all'elaborazione di un prodotto informatico e così via, secondo quanto previsto nel regolamento didattico del corso.