Sicurezza e contratti

Il Testo Unico della Sicurezza (D.Lgs. n. 81/2008) all'art. 26 prevede che, in caso di contratti d’appalto, d’opera o di somministrazione relativi a lavori, servizi o forniture, il datore di lavoro committente (ossia il soggetto che sottoscrive il contratto in qualità di committente):

  • rediga, nei casi previsti, un Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze (DUVRI) che deve essere allegato al contratto;
  • indichi nel contratto (e nei documenti di gara) i costi della sicurezza, pena la nullità del contratto stesso.
Questa pagina è stata visitata 169 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.