Creatività, sistema formativo, arte. L’innovazione secondo Francesco De Bartolomeis

Argomento: Incontri e conferenze
Modalità: 
Data/periodo di svolgimento evento: 
Da Giovedì 12 Settembre 2024 alle ore 08:30, a Venerdì 13 Settembre 2024 alle ore 12:00
Titolo dell'evento su sfondo colorato tratto da un'opera di Francesco De Bartolomeis

A un anno dalla scomparsa del Prof. Francesco De Bartolomeis, l’Università di Torino rilancia il pensiero del docente pioniere con un convegno dal titolo "Creatività, sistema formativo, arte. L’innovazione secondo Francesco De Bartolomeis" in programma nelle giornate del 12 e 13 settembre 2024, presso l’aula Magna della Cavallerizza (via Verdi, 9). 

 

Studiosi provenienti da settori disciplinari diversi tratteggiano le linee di sviluppo del pensiero pedagogico, artistico e sociale dell’intellettuale torinese

 

Nelle stesse giornate è possibile visitare un’esposizione di documenti che ripercorrono alcune tappe della vita accademica di De Bartolomeis curata dall'Archivio storico dell'Ateneo.

 

Programma dell'evento:

12 settembre

8.30 - 9.00 Registrazione

 

9.00 Saluti istituzionali

 

9.30 - 10.00 De Bartolomeis il suo tempo e le sue innovazioni (Paolo Bianchini)

 

10.00 - 12.00 Ritratto multimediale di De Bartolomeis visione, ascolto, lettura di documenti di e su De Bartolomeis con: Tiziana Iaquinta, Andrea Bobbio, Giulia Carlucci0, Augusto Sainati, Irene Pittatore

 

12.00 - 12.30 Intervento del Dipartimento Educazione, Castello di Rivoli-Museo d’Arte Contemporanea

 

14.30 - 18.00 Workshop paralleli (presso il Rettorato - via Verdi, 8)
 

13 settembre

9.30 - 10.30 Condivisione workshop paralleli (presso il Rettorato - via Verdi, 8)

 

10.30 - 12.00 Francesco De Bartolomeis in un dialogo immaginario con: Pierluigi Malavasi, Giacomo Manzoli, Chiara Grizzaffi

 

12.00 De Bartolomeis e il cinema, Steve Della Casa

Call for paper

Nella visione di Francesco De Bartolomeis, la vitalità può essere la qualità che assicura a ogni espressione umana la possibilità di avere un seguito che non sia spenta ripetizione. È la qualità che permette di fare di ogni attività una scoperta e di ogni scoperta un’autentica innovazione.

Questa vitalità va riconosciuta, va coltivata, va rinnovata. In ragione di questi compiti, c’è bisogno prima di tutto di strumenti creativi; è poi indispensabile l’impegno per il rinnovamento; è infine richiesta la forza della rappresentazione.

 

La call invita a esplorare la realtà presente, discutendo quella passata e proponendo nuove prospettive per la creatività, il sistema formativo e l’arte.

 

I contributi – in forma di Abstract (Max. 1000 parole) – dovranno pervenire compilando il seguente form entro sabato 31 agosto 2024.

Ultimo aggiornamento: 03/07/2024