Servizio Civile Universale | Università di Torino

Servizio Civile Universale

Il 9 marzo si è concluso il Bando del Servizio Civile Universale 2021.

 

Le graduatorie complete sono disponibili sul sito di Torino Giovani.
 

Di seguito le date di avvio dei progetti:

  • il patrimonio é per noi: storie di cose, persone e ricerche - 27 giugno 2022
  • la biblioteca che non ti aspetti - in fase di definizione
  • il mondo inclusivo di UniTo - la cultura della parità - 16 settembre 2022
  • Oltre i muri: abitare spazi accoglienti - 16 settembre 2022
Cos’è il Servizio Civile Universale (SCU)
Logo Servizio Civile Volontario

Il Servizio Civile, dal 2018 Servizio Civile Universale, è un’esperienza di volontariato che opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’utilità sociale.

I volontari e le volontarie vengono inseriti in progetti formativi all’interno di enti ed associazioni, in Italia e all’estero, che operano nei settori di:

  • ambiente 
  • assistenza
  • educazione e promozione culturale
  • patrimonio artistico e culturale
  • protezione civile.
Chi può partecipare

Possono partecipare ragazzi/e che alla data di presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni), e siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana
  • cittadinanza di altri Paesi dell’Unione Europea
  • cittadini/e non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia
  • non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici, o di criminalità organizzata.
     

Coloro che hanno già terminato lo svolgimento del servizio civile nell’ambito del Programma Europeo Garanzia Giovani, del progetto sperimentale IVO4ALL e nei Corpi Civili di Pace o abbiano interrotto il servizio per motivi non imputabili al volontario possono ripresentare domanda per il presente bando.

Non possono partecipare ragazzi/e che, alla data di pubblicazione del bando:

  • appartengano ai corpi militari o alle forze di polizia
  • stiano prestando o abbiano già prestato Servizio Civile, o abbiano interrotto il Servizio prima del termine
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a 3 mesi. 

Se intendi presentare domanda per i progetti di UniTO, ricorda che lo svolgimento delle 200h è considerato una collaborazione retribuita e deve essere terminato prima della presentazione della domanda. Per dubbi e informazioni scrivi a servizio.civile@unito.it.

 

Ulteriori requisiti previsti dai progetti

Altri progetti possono prevedere altre tipologie di requisiti quali ad esempio il possesso della patente di guida.

Quanto impegna

I progetti di Servizio Civile hanno le seguenti caratteristiche: 

  • durata dei progetti variabile da 8 a 12 mesi. 
    I progetti dell’Università di Torino hanno tutti una durata di 12 mesi
  • orario di servizio pari a 25 ore settimanali oppure articolato su un monte ore annuo che varia tra le 1145 ore di un progetto di 12 mesi e le 775 di un progetto di 8 mesi 
  • permessi di assenza variabili proporzionalmente al periodo di servizio (20 giorni per 12 mesi)
  • altri permessi straordinari per circostanze specifiche come la partecipazione ad esami universitari, la donazione del sangue, ecc.
Come partecipare

Per partecipare a un progetto di Servizio Civile occorre presentare domanda e partecipare a una selezione.

La domanda si presenta esclusivamente tramite la piattaforma Servizio civile universale - Domanda On Line, utilizzando le credenziali SPID (il Sistema Pubblico d’Identità Digitale).

Se non hai la cittadinanza italiana, puoi chiedere delle credenziali per accedere alla piattaforma DOL anche se non hai SPID compilando il form Richiesta credenziali. Dovrai poi effettuare l’accesso con queste credenziali.

Ricorda di caricare in piattaforma il CV e gli altri titoli che ritieni utili ai fini della selezione.

Quando presentare la domanda

Il 9 marzo si è concluso il Bando del Servizio Civile Universale 2021.

 

La procedura di selezione

Dopo la chiusura del bando, le persone che hanno inviato la candidatura possono consultare il calendario di convocazione ai colloqui di selezione, pubblicato sul sito del Comune di Torino, di cui l'Università è ente partner, almeno 10 giorni prima del loro inizio. 

La pubblicazione sul sito ha valore di notifica della convocazione, non riceverai altre comunicazioni. L'assenza, senza giustificato motivo, anche a uno solo dei colloqui è considerata rinuncia e quindi si viene esclusi/e dalla selezione.

La selezione prevede diversi passaggi:

  • una valutazione curriculare di candidati/e
  • un primo colloquio di gruppo volto a verificare il possesso delle informazioni di base relative al Servizio Civile e alle peculiarità del progetto
  • un test scritto di preselezione costituito da domande a risposta multipla focalizzate sulla conoscenza del Servizio Civile Universale e delle specificità del progetto. Il test sarà somministrato solo nel caso in cui il numero di candidature ammissibili ricevute per il progetto ecceda le trenta unità e risulti contemporaneamente superiore a 10 volte il numero dei posti disponibili. I/Le candidati/e che avranno risposto correttamente ad almeno il 60% delle domande avranno diritto a proseguire la selezione
  • un secondo colloquio individuale per comprendere le motivazioni e la corrispondenza tra il/la candidato/a e il profilo di volontari/ie richiesto dal progetto.

In considerazione dell'emergenza Covid-19, nel caso non ci siano le condizioni di svolgere i colloqui in presenza, sarà possibile sostenerli in modalità online.

Il rimborso spese

Ai/alle volontari/e spetta un rimborso di 440.30 euro equiparato a redditi esenti, che viene erogato direttamente dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile e non dall'ente/associazione che promuove il progetto. 

Alcuni progetti possono prevedere la possibilità di usufruire del vitto e/o dell'alloggio: queste informazioni sono riportate all'interno della scheda progetto.
I progetti dell'Università di Torino

L'Università di Torino ricerca 18 volontari/ie da inserire nelle proprie strutture:

Progetto "La biblioteca che non ti aspetti"

Ambito: patrimonio storico, artistico e culturale
6 posti per diplomati/e presso le Biblioteche dell'Ateneo.

Progetto "Il patrimonio è per noi: storie di cose, persone e ricerche"

Ambito: patrimonio storico, artistico e culturale
4 posti per diplomati/e presso il Polo Museale di Unito e la Sezione per la Valorizzazione della Ricerca.

Progetto "Il mondo inclusivo di UniTo – La cultura della parità"

Ambito: assistenza
6 posti per diplomati/e presso l'Ufficio Studenti Disabili e con DSA e l'Ufficio Inclusione Lavorativa.

Progetto "Oltre i muri: abitare spazi accoglienti"

Coprogettazione tra Università di Torino, Associazione Opportunanda, Cooperativa Patchanka e Ufficio del Garante del Comune di Torino
Ambito: assistenza
7 posti in totale

2 posti presso l'Università di Torino per diplomati/e con requisiti giuridici e personali che consentano l'accesso all'Istituzione penitenziaria (assenza di carichi pendenti o sentenze penali – così come da normativa di settore) a sostegno del Polo Studenti Detenuti.

Ultimo aggiornamento: 17/05/2022