sezioni

Identità e sigillo

Elemento identificativo dalla data della fondazione dell'Ateneo, il sigillo garantisce e valorizza l'identità visiva dell'Università di Torino nella convinzione che un'immagine riconoscibile e coordinata assicuri visibilità e unicità all'attività istituzionale dell’Ateneo e di tutte le sue realtà, esaltandone al contempo la molteplicità e la comune appartenenza.

Il sigillo
Sigillo

Il sigillo fu impresso per la prima volta, come mezzo di autenticazione, in un documento del 15 maggio 1615. Rappresenta un toro accucciato su tre libri (il quarto avrebbe dovuto trovarsi sotto la quarta zampa, ma entrambi sono nascosti). Si tratta dei Vangeli, come si può dedurre dalla croce greca potenziata incisa sulla copertina di ogni libro. Il muso del toro è rivolto verso un'aquila ad ali spiegate posata sulla sua groppa: l'aquila incoronata, a sua volta, ha il capo volto verso il sole a metà cerchio con una semicorona di raggi ondulati.
Nella corona circolare esterna è incisa in lettere capitali la legenda che, preceduta da una piccola croce greca, recita «Sigil[lum] Univers[itatis] Augustae Taurinorum», e che separa ogni parola con un grande punto.

Il logo
Logo ufficiale Università degli Studi di Torino

Il marchio Università degli Studi di Torino è costituito dall'unione di due elementi: il sigillo e il logotipo, che vivono sempre abbinati senza che ne siano mai alterate le proporzioni nei casi di riduzione o ingrandimento. Il marchio non è modificabile e le sue parti non possono essere separate e/o ricomposte. Il logotipo è composto in carattere Times. Sono previste quattro varianti del marchio e una del solo sigillo.