Progetti e attività

Conciliazione tra tempo di lavoro (o di studio) e tempo degli affetti

 

1. Centro estivo

L’Università degli Studi di Torino, in collaborazione con il Comitato Unico di Garanzia, pur nell'indeterminatezza dovuta all’emergenza Covid-19, desidera agevolare per quanto possibile le attività di conciliazione tra tempo di lavoro e di studio e tempo degli affetti per chi lavora a vario titolo e per chi studia in ambito universitario. A tal fine sta valutando se avviare anche quest’anno le attività proprie di un Centro estivo per ragazzi e ragazze,  con la garanzia prioritaria di rispettare le norme di sicurezza dettate dal Governo (DPCM 17 maggio 2020 – Allegato 8 "Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza Covid-19").

 

In quest’ottica, gli/le interessati/e sono invitati/e a rispondere ad un questionario, puramente orientativo e non vincolante, volto a conoscere le necessità delle famiglie per il periodo estivo.

 

Il questionario è disponibile dal 21 maggio fino alle ore 12 del 29 maggio 2020.

 

La Cooperativa Lancillotto, che si è aggiudicata la gestione del servizio di Centro estivo per gli anni 2019 e 2020, ha sintetizzato le sue proposte nel documento Pronti a partire!.

 

2. Telelavoro
 

3. Città Universitaria della Conciliazione di Grugliasco 

Linguaggio di genere
Il Comitato Unico di Garanzia dell’Università di Torino ha il piacere di presentare il progetto “Un approccio di genere al linguaggio amministrativo. Linee guida”, una proposta elaborata dal CUG con la collaborazione della Consigliera di Fiducia e con il sostegno del Rettore e della Direttrice Generale.
 
Il CUG, avendo preso atto di diffuse forme di discriminazione linguistica all’interno degli atti burocratico-amministrativi dell’Ateneo, si è posto l’obiettivo di suggerire alcuni interventi correttivi miranti a ristabilire equità di genere, maschile e femminile, e a rimuovere stereotipi sessisti.
 
Si tratta di una riflessione che si confida possa diventare progressivamente operativa: tutto il personale docente e tecnico-amministrativo è invitato pertanto a prendere visione delle “Linee guida” per verificare e, laddove necessario, riconsiderare, in base alle indicazioni in esse contenute, le proprie scelte linguistiche.
Discriminazioni dirette e indirette
  • Carriera alias attribuita alle/agli studentesse/studenti in transizione di genere
    Regolamento carriera alias
  • Codice di comportamento dell'Università degli Studi di Torino (D.R. n. 646/2016)
  • Campagna di sensibilizzazione "Friendly Piemonte. Omofobia No, Grazie"
Locandina campagna sensibilizzazione Omofobia.No grazie

 

 

Molestie sessuali sul luogo di lavoro
Formazione in tema di Pari Opportunità, valorizzazione e benessere di chi studia e lavora
Questa pagina è stata visitata 781 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.