Piano Energetico di Ateneo

L'Università degli Studi di Torino, consapevole della minore disponibilità di risorse primarie e del rallentamento della crescita economica, ha deciso di intraprendere la strada verso la razionalizzazione dei propri consumi energetici e la produzione di energia da fonti rinnovabili e pulite.

La crisi economica degli ultimi anni e il cambiamento climatico degli ultimi decenni non sono più ignorabili. L'effetto distruttivo dei gas climalteranti, e in particolare dei gas a effetto serra, è stato riconosciuto da oltre 10 anni dal protocollo di Kyoto.

Gli obiettivi e le iniziative intraprese in materia di sostenibilità ambientale si concretizzano nel Piano Energetico di Ateneo, in linea con le finalità perseguite dall'Energy Manager (figura prevista dalla Legge 10/91). 

Obiettivi e azioni

Gli obiettivi e le azioni del Piano Energetico sono: 

  • razionalizzare il consumo delle risorse primarie
  • migliorare l'efficienza energetica degli edifici
  • diminuire le dispersioni e aumentare la produzione di energia da fonti rinnovabili
  • predisporre i bilanci energetici in funzione dei parametri economici e degli usi finali
  • rendere pubblici i dati energetici.

Attraverso queste azioni si prevede la diminuzione delle emissioni di gas serra e in generale dei gas climalteranti.

Si evidenziano alcune criticità affrontate nel Piano Energetico: 

  • cambiamento climatico causato dai gas serra e, in generale, da tutti i gas climalteranti e nocivi
  • insufficienza e la riduzione di risorse economiche destinate alle università e alla ricerca
  • scarsa sensibilizzazione sulle tematiche di risparmio energetico e della relativa partecipazione nelle scelte economiche, ambientali e strategiche da parte dei singoli utenti.

Gli obiettivi del Piano Energetico sono in linea con quelli previsti dalla strategia Europa 2020 per le politiche ambientali europee. 

Coinvolgimento delle strutture universitarie

La riduzione delle emissioni di gas serra e i consumi energetici implica una riduzione degli sprechi economici e monetari. I risparmi così ottenuti vengono riutilizzati per attivare un processo virtuoso che mira a premiare i singoli dipartimenti e le singole strutture universitarie che si impegnano in politiche ecologiche e ambientali. Questo capitale può essere reinvestito in successivi lavori di riqualificazione energetica.

Il coinvolgimento dei Dipartimenti e delle strutture universitarie nella scelta delle politiche ambientali comporta alcuni vantaggi:

  • sensibilizzazione 
  • migliori scelte strategiche studiate ad hoc 
  • migliori risultati.
Il gruppo di lavoro

Nel 2014 è stato istituito il gruppo interdisciplinare Renewable @UNITO con l'intento di seguire e velocizzare il processo di transizione verso un'Università Green: 

  • miglioramento dell'utilizzo di energie rinnovabili 
  • miglior rendimento degli edifici
  • politiche di acquisti verdi 
  • progetti di Smart University

Green Unito è il punto di partenza: una piattaforma web aperta a tutti, contenitore e promotore di tutte le iniziative di ateneo volte alla sostenibilità ambientale, dalla formazione ai lavori di manutenzione, dai progetti di ricerca ai report periodici. Le attività svolte sono:

  • scelte energetiche strategiche (tipo di contratti energetici da contrarre, tipologie di impianti da installare, ecc.)
  • progettazione e installazione di impianti a basso consumo energetico o con fonti di energia alternativa diminuzione della dispersione termica dei parametri edilizi (murature e serramenti)
  • valutazione di progetti esterni per la razionalizzazione energetica
  • formazione e informazione al personale tecnico–amministrativo e docente per un corretto uso dei vettori energetici
  • divulgazione attività svolte
Presentazione del Piano

Il 4 giugno 2014, presso l'Aula Magna del Campus Luigi Einaudi (Lungo Dora Siena, 100 - Torino), è stato presentato il Piano di Risparmio Energetico dell’Università di Torino, nell’ambito dell’iniziativa ‘Smart City Weeks – Torino 2014’, patrocinata dalla Città di Torino.
L’Ateneo ha organizzato questa iniziativa, denominata RE@UniTo, per la sensibilizzazione del personale, degli studenti e della cittadinanza sulla realizzazione del progetto di risparmio energetico negli edifici dove si svolgono le attività didattiche, di ricerca e amministrative.

Questa pagina è stata visitata 159 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.