Integrità nella ricerca

La ricerca è un'attività collettiva che si fonda sulla collaborazione tra i membri della comunità dei ricercatori e ricercatrici, sulla libertà di definire temi e metodi della ricerca e, idealmente, si sviluppa in maniera indipendente da interessi ideologici, economici e politici.

È dunque essenziale che i ricercatori padroneggino conoscenze, metodologie e prassi etiche del proprio settore per non incorrere nella violazione delle proprie responsabilità professionali. Tale violazione infatti può nuocere al processo di ricerca, compromettendo i rapporti tra i ricercatori, minando la fiducia nella ricerca, provocando uno spreco di risorse ed esponendo a danni evitabili non solo chi fa ricerca, ma anche la società e l’ambiente.

 

Con lo scopo di contribuire all’assunzione di responsabilità da parte di ricercatrici e ricercatori e al contempo offrire alla comunità scientifica un quadro di autoregolamentazione, nel 2017 è stato pubblicato il Codice di condotta europeo per l’integrità della Ricerca (ALLEA), che contiene i valori e i principi che regolano tutti i settori della ricerca. La loro applicazione, così come il rispetto dei doveri deontologici e degli standard professionali, è posta a garanzia della qualità e della fiducia nella ricerca, con importanti ricadute sul suo sviluppo e sulla società. 

L’integrità nella ricerca in UniTo

Le buone pratiche in materia di integrità riguardano ricercatrici e ricercatori ma anche le Istituzioni in cui operano, che devono farsi promotrici di una cultura che incoraggi questo aspetto in tutte le fasi della ricerca (dalla progettazione alla diffusione dei risultati), così come nella gestione e reclutamento del personale. 

Organizzazioni e Istituti di ricerca sono chiamatI a definire politiche e procedure chiare per una gestione adeguata e trasparente nella valutazione di persone, progetti e pubblicazioni, nei rapporti con i colleghi e con le istituzioni e nei casi di condotte scorrette, discutibili e/o irresponsabili. A questo scopo UniTo non solo fa riferimento ai Codici di comportamento adottati a livello nazionale (Codice di comportamento dipendenti pubblici) ma si è dotata nel tempo di regolamenti di Ateneo atti a disciplinare questi aspetti: Codice di comportamento dell'Università di Torino, Codice disciplinare e Codice Etico della comunità universitaria.

Ultimo aggiornamento: 02/08/2023