sezioni

Progetto Buddy

Con il “Progetto Buddy – Do you need suppor-TO?”, avviato nell’anno accademico 2017-2018, l’Università degli Studi di Torino mette a disposizione un sistema di accoglienza e assistenza rivolto agli studenti internazionali che si iscrivono a un corso di studio (degree-seeking) o che svolgono un periodo di mobilità presso il nostro Ateneo (exchange incoming). I nuovi arrivati sono affiancati dagli studenti dell'Ateneo, regolarmente iscritti e con adeguate competenze linguistiche, in una logica di tutor peer-to-peer.

 

L'obiettivo del progetto è duplice: permettere agli studenti internazionali di familiarizzare con il nuovo contesto accademico culturale e linguistico, sia prima dell’arrivo in Italia, sia durante i primi mesi di soggiorno presso UniTO, e offrire agli studenti di UniTO la possibilità di internazionalizzare la loro esperienza formativa direttamente in Ateneo. L’esperienza Buddy è infatti sinonimo di scambio e collaborazione reciproci per la formazione dei nuovi cittadini globali.

Come contattare un buddy

Se sei uno studente internazionale che si iscriverà a un corso di studi, potrai fare richiesta di entrare in contatto con un Buddy secondo le modalità previste e pubblicate ogni anno.

 

Se sei uno studente in mobilità internazionale o Erasmus+ sarai contattato direttamente da un nostro Buddy.

 

Una volta arrivato in Italia, potrai incontrare un buddy di persona. Conoscerlo ti permetterà di inserirti più facilmente nel nuovo contesto e di vivere a pieno fin da subito la tua esperienza di mobilità o di studio. Inoltre il tuo buddy ti aiuterà a ricevere informazioni su:

  • il tuo percorso in UniTO
  • i servizi offerti dall’Ateneo, come ad esempio le biblioteche, le aule studio, le segreterie, le mense universitarie, le attività sportive ecc.
  • come richiedere l’assistenza sanitaria, il permesso di soggiorno e una sistemazione abitativa.
Come diventare un buddy (per studenti UniTO)

Per diventare un buddy è necessario candidarsi a un bando specifico annuale per collaborazione part-time. Nel bando vengono stabiliti i requisiti di accesso e partecipazione, nonché l’articolazione dell’attività e la distribuzione delle ore previste per ciascuna collaborazione. Nel corso della selezione sono tenuti in considerazione la padronanza della lingua inglese, le competenze interculturali, le esperienze pregresse in ambito internazionale e ulteriori requisiti indicati annualmente nel bando di selezione. L’attività si svolge nell’arco di 8-12 mesi a partire dalla data di presa servizio.

 

Il buddy, in qualità di compagno/a senior, si occupa, tra le altre attività, di:

  • contattare gli studenti affidatigli
  • dare indicazioni sulle sedi didattiche e i servizi offerti (dipartimenti, biblioteche, aule studio, mense universitarie ecc.)
  • indicare le modalità con cui richiedere assistenza sanitaria, permesso di soggiorno e sistemazione abitativa
  • indirizzare gli studenti agli uffici competenti ove necessario
  • partecipare a incontri ed eventi di orientamento e accoglienza

Per consultare il bando già chiuso visita la pagina dedicata: 

Questa pagina è stata visitata 66 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.