Supporto psicologico

Che cos'è
Studentessa seduta in uno studio per un consulto

L’Università degli Studi di Torino offre assistenza gratuita agli studenti e alle studentesse di Ateneo rispetto al proprio disagio psicologico.

Il servizio di supporto psicologico, attraverso una relazione professionale di aiuto, dà la possibilità di comprendere le proprie modalità di pensiero e di comportamento, acquisendo maggiore consapevolezza delle cause del proprio malessere. La persona può così elaborare strategie di adattamento più efficaci.

Vengono affrontate difficoltà relative allo studio e alla motivazione rispetto alla scelta effettuata, così come problematiche affettivo-relazionali o legate ad eventi stressanti.

Come funziona

Il servizio di supporto psicologico, erogato in un luogo riservato ed indipendente dalle strutture didattiche dell’Ateneo, prevede un percorso che si sviluppa in due fasi: dapprima presso lo Spazio di Ascolto e successivamente, se ritenuto necessario, la prosecuzione del sostegno attraverso il servizio di Counseling.

Prima fase: rivolgiti allo Spazio di Ascolto di Ateneo

Lo Spazio di Ascolto accoglie lo studente in difficoltà e offre un'attività di supporto e accompagnamento all'analisi, alla gestione delle criticità e allo sviluppo di risorse utili per una buona qualità di vita universitaria. Il servizio, completamente gratuito, prevede un ciclo di colloqui, fino a un massimo di cinque, con psicologi abilitati alla psicoterapia, specialisti e specializzandi della Scuola di Psicologia della Salute del Dipartimento di Psicologia.

Seconda fase: eventuale contatto con il servizio di Counseling

L'erogazione del supporto psicologico prosegue con il servizio di Counseling, su consiglio degli specialisti dello Spazio di Ascolto o su scelta dello studente, nel caso dovesse manifestare la necessità di continuare il percorso di ascolto e sostegno.

Ultimo aggiornamento: 02/07/2020
Questa pagina è stata visitata 1 437 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.