Ricerca e innovazione Regione Piemonte | Università di Torino

Ricerca e innovazione Regione Piemonte

Bandi aperti

Al momento non ci sono bandi aperti. 

Bandi chiusi
Piattaforme tecnologiche

Le Piattaforme tecnologiche sono uno strumento a sostegno della ricerca industriale e dello sviluppo sperimentale su base collaborativa in Piemonte.

 

Si fondano sul raccordo tra attori pubblici e privati – imprese, istituzioni, università – che operano su scala regionale in specifici ambiti tecnologici e danno vita a un insieme integrato di attività di ricerca e sviluppo.

 

Le Piattaforme sono co-finanziate attraverso i Fondi strutturali e di Investimento europei, erogati nell’ambito dei Programmi Operativi della Regione Piemonte, e in particolare attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).

 

Ogni Piattaforma è dedicata a un settore di intervento specifico.

Infra P

Il bando Infra P, per il Sostegno a Progetti per la realizzazione, il rafforzamento e l’ampliamento delle Infrastrutture di Ricerca pubbliche, rientra tra le azioni previste dal Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (POR FESR) 2014-2020.

Investire sui “luoghi” della ricerca è un elemento chiave per il progresso scientifico e tecnologico del Piemonte, perché contribuisce ad aumentare l’attrattività del territorio, sia per potenziali investitori che per risorse umane altamente qualificate. Attraverso questo bando si intende incrementare la collaborazione tra imprese e strutture di ricerca, con focus sulla condivisione dei “luoghi” della ricerca.

 

Obiettivi

  • Sostenere forme di collaborazione tra imprese e strutture di ricerca pubbliche attraverso la condivisione di infrastrutture di ricerca ad accesso aperto e in stretto rapporto con la domanda delle imprese.
  • Incentivare modalità di gestione delle infrastrutture improntate a criteri imprenditoriali.
  • Ridurre la frammentazione e l’elevata dispersione del patrimonio di attrezzature a disposizione delle infrastrutture di ricerca pubbliche, attraverso iniziative congiunte o di messa in rete.
  • Valorizzare le infrastrutture di ricerca pubblica in grado di generare opportunità di sviluppo o effetti di rilievo sulla specializzazione produttiva del sistema territoriale.

Dotazione finanziaria

La dotazione per questo bando è di 19.500.000,00 €, corrispondenti alle risorse previste dal POR FESR 2014-2020 per l’Azione I.1a.5.1, “Sostegno alle infrastrutture della ricerca considerate critiche/cruciali per i sistemi regionali" + 7.000.000 € (assegnazione risorse finanziarie aggiuntive per scorrimento graduatoria - DGR 19-8521 dell'8/03/2019 e DD 550 del 10/10/2019).

 

Partecipazione dell’Università di Torino

Totale finanziamenti ottenuti: 5.687.250,00 €

Infra P2

Il bando è emanato in attuazione del “Piano riparti Piemonte”, strumento di riprogrammazione di fondi europei, nazionali e regionali per gli anni 2020 e 2021 (approvato con D.G.R n. 2-1312 del 4 maggio 2020), e specificatamente dell’Azione n. 173 "INFRA-P. Realizzazione, rafforzamento e ampliamento Infrastrutture di ricerca pubbliche”.

Il bando sostiene Progetti di Potenziamento di Laboratori di Prova e Infrastrutture di ricerca promossi da organismi di ricerca pubblici e Progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale promossi da organismi di ricerca, anche in collaborazione con enti/soggetti con ruolo riconosciuto nell’ambito del sistema sanitario regionale e con imprese, finalizzati a individuare soluzioni/tecnologie innovative e di rapida applicazione a contrasto della pandemia Covid-19.

È prevista l’attivazione di 2 linee di intervento:

  • linea A - potenziamento di laboratori di prova e infrastrutture di ricerca già esistenti nella disponibilità di organismi di ricerca pubblici, riservata al sostegno agli investimenti in attrezzature/impianti/tecnologie funzionali ad attività di sviluppo e prova di prodotti/soluzioni/tecnologie per affrontare l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19;
  • linea B - progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, riservata a progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in materia di Covid-19, che dimostrino la concreta capacità di risultare industrializzabili e commercializzabili entro un tempo breve dalla loro conclusione, in risposta all’attuale fase emergenziale. I progetti dovranno caratterizzarsi per una prevalenza di attività di sviluppo sperimentale (>50% dei costi ammissibili complessivi).

Obiettivi

  • Sostenere il sistema della ricerca pubblica e la rete dei laboratori e delle infrastrutture di ricerca nello studio, sviluppo e sperimentazione di soluzioni/tecnologie innovative nella prospettiva di una rapida applicazione di contrasto alla pandemia Covid -19. In linea di principio, i laboratori e le infrastrutture di ricerca dovranno risultare aperte a più utenti e il loro accesso è concesso in modo trasparente e non discriminatorio.
  • Favorire la ricerca industriale e, prioritariamente, lo sviluppo sperimentale di soluzioni, prodotti e dispositivi di rapida implementazione nella fase di emergenza e a contrasto alla diffusione del contagio, per la prevenzione di focolai epidemici, per il miglioramento della cura e dell’assistenza alle persone - siano esse in ospedale, a domicilio, sui luoghi di lavoro o di istruzione che negli ambienti di socialità diffusa -, per potenziamento degli ambienti di ricerca pubblici per progettazione, per test e validazione di dispositivi medici e di protezione individuale nuovi o migliorati.

Dotazione finanziaria

La dotazione per questo bando è di 10.000.000,00 € a valere sul Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020.

Ulteriori dettagli sono disponibili nella Intranet di Ateneo.

Ultimo aggiornamento: 22/06/2022