Comitato di Bioetica dell'Ateneo | Università di Torino

Comitato di Bioetica dell'Ateneo

Il Comitato di Bioetica di Ateneo (istituito con D.R. n. 6502 del 23/10/2008) esamina e formula pareri sulle seguenti sperimentazioni condotte nelle strutture dell’Università di Torino:

  1. ricerca scientifica in soggetti umani volontari sani. Il Comitato elabora programmi e redige raccomandazioni a tutti coloro che sono coinvolti nell’attività di sperimentazione, al fine di garantire, nella migliore maniera possibile, il trattamento dei soggetti nel rispetto della loro autonomia
  2. sperimentazioni su animali. Il Comitato monitora, indirizza e valuta i progetti presentati dai responsabili dei protocolli in servizio presso l’Università degli Studi di Torino, nonché, se la legislazione lo consente, i progetti presentati dalle aziende sanitarie o da altri soggetti che vengono realizzati nei dipartimenti e centri di ricerca dell’Ateneo, sulla base di criteri ispirati al principio delle buone pratiche cliniche veterinarie, della sistemazione e della tutela degli animali impiegati. In questo contesto, il Comitato esamina i protocolli di ricerca che prevedono l’utilizzo di animali, prima del loro inoltro al Ministero della Salute e agli altri Enti competenti, ed esprime su di essi un parere preventivo. Inoltre valuta eventuali segnalazioni di situazioni o comportamenti pregiudizievoli per lo stato di benessere degli animali o lesive della tutela ad essi dovuta
  3. sperimentazioni su cellule staminali embrionali umane. Il Comitato esamina i protocolli che non ricadono nei casi sopra presentati.

Su richiesta dei responsabili scientifici, il Comitato può esprimere pareri su questioni morali che riguardano specifici protocolli sperimentali e può promuovere iniziative culturali e formative inerenti alla bioetica.

Protocolli di sperimentazioni
I protocolli di sperimentazioni devono essere compilati seguendo il Modello 1 e il Modello 2 e inviati come file elettronico alla Segreteria scientifica del Comitato di Bioetica (indirizzo staff.cba@unito.it), insieme alla documentazione a supporto delle richieste, 10 giorni prima della riunione del mese. 
Child Protection Policy

La Child Protection Policy individua i principi generali e dà indicazioni operative per lo svolgimento di attività di ricerca, didattica e di terza missione che comportino contatti diretti tra la Comunità universitaria di UniTo (docenti, assegnisti, borsisti studenti o personale tecnico amministrativo) e bambini o ragazzi, per esempio nell’ambito di ricerche, tirocini, stage, eventi di public engagement rivolti alle scuole. Tra le attività di ricerca sono comprese anche le sperimentazioni cliniche con soggetti minorenni sani o affetti da una patologia.

 

Obiettivo della policy è prevenire e minimizzare i rischi di pregiudizio delle persone di età minore direttamente coinvolte nelle attività accademiche e promuovere il benessere dei minorenni come gruppo e della società nel suo complesso.

Composizione del Comitato
  • prof. Alberto Piazza (Presidente) - rappresentante designato da docenti e ricercatori dell’Ateneo afferenti alle aree scientifico-disciplinari della macro area sanitaria
  • dott.ssa Angelica Salvadori - medico di medicina generale
  • prof. Paolo Accornero - medico veterinario con esperienza nel campo della sperimentazione animale
  • prof.ssa Joelle Long - esperto in materie giuridiche e assicurative
  • prof. Giancarlo Di Vella - esperto di bioetica
  • prof. Maurizio Balistreri - esperto di bioetica
  • dott. Giancarlo Mercurio - rappresentante settore infermieristico
  • avv. Mario Napoli - rappresentante del volontariato per l’assistenza e/o associazionismo di tutela dei pazienti o del Tribunale del Malato
  • prof.ssa Gabriella Gruden - rappresentante designato da docenti e ricercatori dell’Ateneo afferente all’area scientifico-disciplinare di Scienze Mediche Sperimentali
  • prof.ssa Elisa Benetti - rappresentante designato da docenti e ricercatori dell’Ateneo afferenti all’area scientifico-disciplinari di Scienze Farmaceutiche
  • dott. Stefano Sartore - rappresentante designato da docenti e ricercatori dell’Ateneo afferenti all’area scientifico-disciplinare di Scienze Veterinarie
  • dott. Gabriele Di Salvo - rappresentante designato da docenti e ricercatori dell’Ateneo afferenti all’area scientifico-disciplinare di Scienze Mediche Cliniche
  • prof.ssa Chiara Rollero - rappresentante designato da docenti e ricercatori dell’Ateneo afferenti all’area scientifico-disciplinare di Scienze Pedagogiche e Psicologiche
  • prof. Alfredo Pauciullo - rappresentante designato da docenti e ricercatori dell’Ateneo afferenti all’area scientifico-disciplinare di Scienze Agrarie
  • prof. Paolo Peretto - rappresentante designato da docenti e ricercatori dell’Ateneo afferenti all’area scientifico-disciplinare di Scienze Biologiche
  • dott. Paolo Pollicino - Servizio veterinario centralizzato per la protezione degli animali utilizzati a fini sperimentali o ad altri fini scientifici e didattici)
  • dott.ssa Cesarina Marretta - responsabile della Segreteria tecnico-scientifica.
Prossime sedute del Comitato
  • 24 gennaio 2023
  • 28 febbraio 2023
  • 21 marzo 2023
Ultimo aggiornamento: 12/01/2023