sezioni

Erasmus Traineeship

Nell’ambito del programma europeo Erasmus+ il progetto di mobilità internazionale Erasmus Placement è stato rinominato Erasmus Traineeship.

Come il precedente, ti permette di effettuare tirocini presso imprese, centri di formazione e di ricerca presenti in uno dei Paesi partecipanti al programma (elencati nel paragrafo "Durata del tirocinio e contributo finanziario").

L’Erasmus Traineeship prevede l’erogazione di un contributo finanziario per coprire parte delle spese da te sostenute durante il periodo di tirocinio. 
Il programma è considerato un’esperienza di tirocinio formativo. A seconda di quanto previsto nei regolamenti e piani didattici dei diversi corsi di studio e seguendo le procedure stabilite dalle singole strutture didattiche, prima della partenza devi concordare il riconoscimento del tirocinio effettuato.

Requisiti e compatibilità con altre borse

Con il Programma Erasmus+, a differenza del passato, puoi svolgere una mobilità Erasmus Traineeship:

  • se hai già usufruito di una borsa Erasmus per studio o per Placement/Traineeship in precedenza, purché, per il ciclo di studio per il quale presenti la candidatura, sia ancora a disposizione un pacchetto minimo di 2 mesi da poter svolgere all’interno del progetto Erasmus Traineeship;
  • se sei neolaureato/a (entro 12 mesi dalla laurea), purché presenti domanda di candidatura prima di terminare la carriera universitaria e godi dello status di studente/studentessa durante tutto il processo di selezione. I mesi di Erasmus Traineeship svolti dopo la laurea rientrano nelle mensilità disponibili per il ciclo di studio durante il quale si è presentata domanda di candidatura;
  • se nello stesso anno accademico hai già usufruito o intendi usufruire di una borsa Erasmus per studio, purché non ci sia o non si preveda una sovrapposizione, anche parziale, tra il periodo di mobilità Erasmus per studio e il periodo di tirocinio Erasmus Traineeship.
Bandi Erasmus Traineeship a.a. 2017-2018

Devi presentare la tua candidatura tramite specifici bandi di Scuole/Dipartimenti, di seguito elencati con collegamento diretto alle pagine di interesse (i collegamenti vengono attivati non appena le strutture didattiche di riferimento pubblicano le informazioni).
Ti consigliamo comunque di verificare l’attivazione dei singoli bandi direttamente sui siti delle rispettive Scuole/Dipartimenti.

Durata del tirocinio e contributo finanziario

I tirocini hanno una durata compresa fra un minino di due mesi e un massimo di 12 mesi. Tirocini di durata inferiore ai 2 mesi non sono finanziabili.
Il tirocinio deve iniziare entro il 1° agosto 2017, in modo da effettuare il periodo minimo richiesto, e concludersi entro e non oltre il 30 settembre 2017, pena la revoca del contributo. Il pagamento del contributo avverrà in base ai giorni effettivi di mobilità. Inoltre deve essere svolto in maniera continuativa.
Il contributo mensile (definito dall’Agenzia Nazionale Erasmus+) per coprire parte delle spese sostenute dagli studenti durante il periodo di tirocinio varia da un minimo di 430€ ad un massimo di 480 €/mese a seconda del Paese di destinazione:

  • 430€/mese - mobilità verso Paesi con costo della vita inferiore all’Italia e precisamente verso Belgio, Repubblica Ceca, Germania, Grecia, Spagna, Croazia, Cipro, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia, Islanda, Turchia, Bulgaria, Estonia, Lettonia, Lituania, Ungheria, Malta, Polonia, Romania, Slovacchia, ex-Repubblica iugoslava di Macedonia;
  • 480€/mese - mobilità verso Paesi con costo della vita simile all’Italia e precisamente verso Danimarca, Irlanda, Francia, Austria, Finlandia, Svezia, Regno Unito, Liechtenstein, Norvegia.
Enti presso i quali svolgere il tirocinio

Un Istituto di istruzione superiore titolare di una Carta Erasmus o qualsiasi organizzazione pubblica o privata attiva nel mercato del lavoro o in settori quali l'istruzione, la formazione e la gioventù. 
Ad esempio, tale organizzazione può essere:
- un'impresa pubblica o privata, di piccole, medie o grandi dimensioni (incluse le imprese sociali);
- un ente pubblico a livello locale, regionale o nazionale;
- una parte sociale o altro rappresentante del mondo del lavoro, comprese camere di commercio, ordini di artigiani o professionisti e associazioni sindacali;
- un istituto di ricerca;
- una fondazione;
- una scuola/istituto/centro educativo (a qualsiasi livello, dall'istruzione pre-scolastica a quella secondaria superiore, inclusa l'istruzione professionale e quella per adulti);
- un'organizzazione senza scopo di lucro, un'associazione o una ONG;
- un organismo per l'orientamento professionale, la consulenza professionale e i servizi di informazione.
Ogni organizzazione partecipante deve avere sede in un paese aderente al programma.
Enti non eleggibili
- Le istituzioni UE e altri organismi UE incluse le agenzie specializzate
- Le organizzazioni che gestiscono programmi UE, come le Agenzie Nazionali (al fine di evitare possibili conflitti di interesse e/o doppi finanziamenti).

Questa pagina è stata visitata 10 660 volte nell'ultimo anno. Fonte: Google Analytics.